Meditazioni Zen a Milano

21 aprile 2010 

Impermanenza, la mostra di Emanuela Fecchio, in arte Jiàng xuě - Neve che cade, da visitare dal 22 al 25 aprile al Monastero Zen il Cerchio in Via dei Crollalanza 9, è un inno alla riflessione e alla meditazione in senso universale.

La prima ispirazione avviene una sera di primavera del 1988, probabilmente a Milano, città natale che ama, con uno schizzo veloce di una ragazza dall'Oriente, un cerchio sulla maglietta, segno che nella pittura Zen rappresenta l'Unità, la Forza, l'Universo.

Ecco che nasce il progetto Mamotiamo con la concezione di un'arte che coniuga il "vecchio" e il "nuovo", i colori e il bianco e nero, la forma e la sostanza. Antiche pratiche Zen e nuove tecnologie si incontrano: Emanuela Fecchio interpreta la vita trasfigurando in immagini la sua pratica di meditazione.

È con la Digital Art Limited Edition che realizza le 14 opere in esposizione. Stampate su carta cotone Fine Art, ognuna è montata in stile giapponese "rotolo", firmata e sigillata a mano dalla stessa artista.

L'anima di Emanuela Fecchio, giornalista e grafica, mira a manifestarsi nei tratti precisi delle opere, nei contorni che rivela il suo tratto, nelle associazioni che compie quando crea.

Perché dietro ogni immagine (e in ognuna delle didascalie) si nasconde un messaggio: quello di non fermarsi all'apparenza.   


Info in pillole

Cosa: Impermanenza, personale di Emanuela Fecchio
Dove: Milano, Monastero Zen Il Cerchio, Via dei Crollalanza 9
Quando: dal 22 aprile al 25 aprile 2010. Giovedì 22 dalle 18.30. Venerdì 23 e domenica 25 dalle 9.30 alle 19.30, sabato 24 dalle 14.30 alle 19.30

Ingresso: libero

Info: www.mamotiamo.com inaugurato in occasione della mostra

Ci piace perché: sul nuovo sito internet sarà possibile visitare la galleria d'arte digitale e acquistare una serie di prodotti Mamotiamo.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).