Fine settimana (d'arte) a Berlino

28 aprile 2010 
PHOTO GIULIO GARAVAGLIA -

La capitale tedesca è meta prediletta del turismo cool e giovane, che ama l'arte e la cultura fuori dai canoni stereotipati e viene pacificamente invasa tutto l'anno da numerosi giovani artisti che arrivano per immergersi nel clima bohémien cittadino. Un'occasione da non perdere è la quarta edizione di Gallery Weekend, la tre-giorni d'arte che ha luogo dal 30 aprile al 2 maggio. Per l'occasione, 40 gallerie e 40 openings celebrano infatti l'arte contemporanea.

Nel quartiere di Mitte, a poche centinaia di metri da Alexander Platz, si trovano Linienstrasse e Auguststrasse, le vie culto per gli amanti dell'avanguardia artistica. Qui di particolare interesse, i ritratti fotografici della ceca Jitka Hanslova ospitati dalla galleria Kichen e le opere in stile "stage photography" della giovane tedesca Ricarda Roggen, che saranno visibili alla galleria Eigen + Art.

In Friedrichstrasse, circa all'altezza del Checkpoint Charlie, uno dei pochi passaggi doganali che si aprivano lungo il muro di Berlino, si trovano una sessantina di gallerie d'arte. Per l'appuntamento artistico, Zack-Branica presenta l'opera cruda e angosciante del pittore polacco Pawel Ksiasek mentre, poco distante, Gregor Podnar espone gli "object trouves" dell'israeliano Ariel Schlesinger.

Evento clou della tre-giorni sarà però l'esposizione di Michael Snow, il noto guru canadese del cinema sperimentale e della musica improvvisata per piano preparato, che si esibirà presso la Klosterfelde Galerie, nel quartiere di Tiergarden.

Poi, da non perdere, le mostre nei distretti di Kreuzberg e Neükolln, là dove hanno vita, tra bistrot colmi di fumo e caffè turchi, i movimenti artistici più interessanti della scena attuale berlinese: qui, la Wentrup Gallery espone i collage dell'inglese Mathew Hale, mentre alla Galerie Neu, in Mehringdamm, sono di scena le sculture e gli schizzi dei newyorkesi Tom Burr e Nick Mauss.

Per l'occasione anche molte altre gallerie non convenzionate con l'evento aprono le loro stanze ai visitatori e turisti.

E quando l'appetito si fa sentire Berlino offre molti locali gut und gunstig, dove si mangia bene a prezzi piccoli.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).