Scatti contro la guerra

28 aprile 2010 

Le ombre proiettate sul suolo arido catturate dall'obiettivo di Giovanni Diffidenti all'inizio disorientano. Tre corpi, tre gambe. Due corpi, due braccia. I conti non tornano. L'occhio ci mette la frazione di un attimo a capire, a smettere di tentare di colmare l'assenza di un'anatomia corretta, intesa come noi la conosciamo. Per i bambini ritratti, feriti dalle mine anti-uomo, l'unico profilo "normale" è quello buio e asimmetrico che vedono a terra, la stessa terra che li ha traditi e cambiati per sempre.

La mostra La solidarietà diventa immagine alla Galleria Bel Vedere di Milano dal 30 aprile al 12 giugno fa ascoltare chi non ha la possibilità di farsi sentire grazie al lavoro di quattro bravissimi fotografi italiani che lavorano nel mondo a fianco di organizzazioni non governative internazionali.

La voce di Giovanni Diffidenti, "occhio" prezioso delle organizzazioni ONU, di Giulio Di Sturco, collaboratore di World Health Organization, Médicins Sans Frontières e Greenpeace International, di Andrea Frazzetta, giovane fotografo pluripremiato, di Giovanni Marrozzini, autore di numerosi reportage umanitari per conto di organizzazioni non governative internazionali è la voce dei - fortissimi - deboli.

Questi professionisti dell'immagine stanno dedicando le loro vite ad urlare al mondo, attraverso i loro scatti, condizioni di vita disumane, ingiustizie di ogni sorta, guerre civili, malattie incurabili.

È proprio qui che operano le ONG (organizzazioni non governative) per cercare di portare speranza a queste popolazioni, per curare ferite d'arma, d'inedia e d'indifferenza.

È qui che i quattro fotografi ci ricordano che la solidarietà esiste: dietro a ognuna di queste foto c'è una mano tesa che aiuta e che lotta affinché quelle mani diventino sempre di più.

Affinché un giorno non troppo lontano i conti, finalmente, tornino.


Info in pillole

Cosa: La solidarietà diventa immagine, mostra fotografica
Dove: Milano, Galleria Bel Vedere, Via Santa Maria Valle 5
Quando: dal 30 aprile al 12 giugno 2010, da martedì a sabato, dalle 15 alle 20

Ingresso: libero

Info: www.belvedereonlus.it

Ci piace perché: Queste foto sono un inno alla vita. Nonostante tutto.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).