Le fiabe di Karen Knorr

14 maggio 2010 

(in foto, Karen Knorr, Salon Lilac Louis XV, dalla serie Fables, 2004-2007, Musée Carnavalet, Paris, courtesy Galerie Les filles du calvaire, Paris, Bruxelles)

C'era una volta una volpe in un museo. Ed un volatile che svolazzava davanti ad un quadro antico. Queste e altre opere fanno parte di Favole, in mostra al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo (MI) fino al 12 settembre, la mostra che presenta il bestiario fantastico e poetico di Karen Knorr.

Mischiando fotografia analogica e tecnologia digitale, l'artista è riuscita a trovare la formula magica per ricreare le antiche fiabe di Ovidio, Esopo e La Fontaine nel presente.

La fotografa porta, attraverso sapienti fotomontaggi, gli animali ad entrare nei templi della cultura, dai musei alle dimore storiche. Così i luoghi dove solitamente è l'arte antica a farla da padrona diventano palcoscenico per nuovi, inconsueti protagonisti: gli animali. Che sembrano dialogare fra loro o con le mura delle stanze che virtualmente li ospitano.

Abbattute le regole e le buone maniere che si addicono a luoghi come il Musée d'Orsay di Parigi e il Musée Condé di Chantilly, la Knorr ha un solo obiettivo: stupire e far sognare, proprio come fanno le favole, noi adulti, bambini un po' cresciuti.


Info in pillole

Cosa: Karen Knorr. Favole
Dove: Milano, Cinisello Balsamo, Museo di Fotografia Contemporanea, villa Ghirlanda, via Frova 10
Quando: dal 15 maggio al 12 settembre 2010, da mercoledì a venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 11 alle 19. Chiuso lunedì e martedì

Ingresso libero

Info: www.mufoco.org

Catalogo: Karen Knorr. Fables, Filigranes Editions, Paris, 2008

Ci piace perché: è la versione moderna delle favole di una volta

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).