Festival dei giardini di Chaumont: premiati gli italiani

28 maggio 2010 
<p>Festival dei giardini di Chaumont: premiati gli italiani</p>

L'edizione del Festival dei giardini di Chaumont di quest'anno (fino al 17 ottobre) - centrata sul tema "corpo e anima" - ha selezionato, su oltre 300 partecipanti, 24 giardini da realizzare all'interno del parco del Castello: quattro dei progetti sono di gruppi italiani. In particolare, siamo felici che uno dei paesaggisti premiati sia una collaboratrice di Style.it, Francesca Fornasari, che (assieme a Elisabetta Fermani) ha presentato il progetto La reverie dans la nature.

E' proprio Francesca a spiegarci la filosofia che sta dietro al suo progetto: «La reverie dans la nature si sviluppa attorno all'idea che l'identità dell'uomo e la sua personale soddisfazione siano fortemente relazionate all'ambiente. Questo giardino - dice - si propone come percorso esperienzale di riflessione e riconnessione con l'elemento naturale: pareti di rame modulari suddividono lo spazio aprendo lo sguardo del visitatore a sempre nuovi paesaggi. Il percorso si articola in diverse "stanze" a cielo aperto: un giardino galenico con piante velenose e una scultura di una mandragora chiusa in gabbia, un orto, piccole piante che stanno sparendo dal nostro ambiente, fino a un rain garden, portavoce di un costruire sostenibile, e un'area per le piante pioniere, simbolo di biodiversità e di rapporto mutualistico tra gli elementi naturali».

Temi più che mai attuali nel nostro tempo, in cui si parla sempre più di sostenibilità e biodiversità.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).