I maestri della fotografia incontrano i giovani a Senigallia

14 settembre 2010 
<p>I maestri della fotografia incontrano i giovani a Senigallia</p>

(Foto Anna Faragona)

Prendi una città come Senigallia. E la passione per la fotografia. Aggiungi un pizzico di curiosità e voglia di imparare: questa la ricetta di Senigallia Città della Fotografia, progetto avviato anni fa con la collaborazione degli istituti italiani di cultura di tutto il mondo. Quest'anno, fra workshop e laboratori, dall'11 settembre l'iniziativa omaggia Ara Güler, l'occhio di Istanbul, con una mostra unica in Italia.

Sono un poema alla bellezza le 50 fotografie scattate e selezionate personalmente dal fotografo turco di fama internazionale esposte a Palazzo del Duca di Senigallia in mostra dall'11 settembre al 3 ottobre. Attraverso un bianco e nero sofferto, sdrucito, che palesa un clima da dopoguerra, Güler ritrae miracolosamente una Istanbul limpida nei suoi contrasti, bella di giorno e di notte, impavida nel mostrare le ferite.

Non solo mostre: l'1, 2 e 3 ottobre il laboratorio con Massimo Siragusa su L'estetica del paesaggio; il 22, 23 e 24 ottobre il laboratorio con Nino Migliori, I linguaggi delle arti visive per imparare con i grandi della fotografia fanno parte del progetto Bottega Fotografica, aperta ai giovani fra i 18 e i 35 anni.

Tanto spazio ai giovani con eventi aperti al confronto perchè il mondo della fotografia continui ad evolvere e raccontare il mondo.

Info in pillole

Cosa: Senigallia Città della Fotografia
Dove: Marche, Senigallia, sedi varie
Quando: dall'11 settembre fino al 3 ottobre Ara Güler, l'occhio di Istanbul, tutti i giorni dalle 17 alle 20, Palazzo del Duca

Info: www.senigalliacittadellafotografia.it

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).