Tutti pazzi per il braccialetto in silicone!

12 ottobre 2010 
<p>Tutti pazzi per il braccialetto in silicone!</p>

L'ispirazione l'ha avuta Robert Croack, 47 enne dell'Ohio, osservando dei semplici elastici da ufficio a forma di animale. Il passaggio dall'idea alla produzione, e alla relativa commercializzazione dei silly bandz, i "braccialetti sciocchi", colorati e dalle forme più svariate, è stato un successo forse imprevedibile, ma che in poco tempo ha conquistato i bambini di mezzo mondo, desiderosi di collezionare e sfoggiare ai polsi gli anelli di silicone a forma di drago, fiore, macchinina o eroe dei cartoons.

Una vera e propria mania, quella per i braccialetti a tema, apparsi in Italia questa estate col nome di Shokky Bandz e Summer Bandz, che nel giro di poco tempo ha però superato il mondo della fanciullezza per entrare dritto dritto in quello dei grandi e, pertanto, delle tendenze kidult. Complici dell'evoluzione del trend, star americane del calibro di Sarah Jessica Parker, che ne ha preso in prestito qualcuno dal figlio James Wilkie per mixarlo ai suoi gioielli, ma anche la trasgressiva Katy Perry, che ne ha fatto un must del suo girlie look, e Mary-Kate Olsen, gemella di Ashley, contagiata dall'interesse per il nuovo accessorio must.

Come sempre, quando si decide di appartenere a un gruppo, fra chi indossa il silly bandz c'è anche un linguaggio in codice ben preciso. Chi sceglie il rinoceronte o il coccodrillo vuole dire "oggi mordo", con la rosa intende "sono romantica", mentre il dinosauro è per trasmettere "sono a caccia". Chi li sceglie fosforescenti, infine, punta alla socializzazione, indicando "cerco compagnia".

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).