Caravaggio, a Milano
una mostra "impossibile"

09 novembre 2010 
<p>Caravaggio, a Milano<br />
 una mostra "impossibile"</p>

(in foto, Caravaggio, Giovane con un canestro di frutti , 1592 - 1593, Olio su tela,

Roma, Galleria Borghese)

È una mostra tutta virtuale quella organizzata a Milano su Caravaggio: alta tecnologia digitale e arte si incontrano per una collaborazione unica che rende possibile l'impossibile.

Ci sono ma non ci sono: le opere di Michelangelo Merisi (1571-1610), riprodotte digitalmente grazie ad una tecnica particolare che utilizza supporti trasparenti retroilluminati, riempiono le stanze di Palazzo della Ragione anche se in realtà non sono mai approdate nel capoluogo lombardo.

Impossibile?

Non proprio. Caravaggio. Una Mostra Impossibile. è il futuro - e il presente - di un nuovo modo di vivere l'arte. E se la politica dei prestiti - e di più ancora la geografia - impedisce di riunire tutti i grandi capolavori del Maestro lombardo, ci pensa la tecnologia a farlo.

65 capolavori riprodotti digitalmente in mostra fino al 13 febbraio per dare una svolta al concetto di esposizione: i visitatori cammineranno in uno spazio reale circondati dai capolavori virtuali del Caravaggio in scala 1:1 nel rispetto di dimensioni, colori e luci originali.

Un percorso cronologico e tematico nella vita e nella produzione artistica del pittore possibile solamente grazie al lavoro di tecnici specializzati, un'interattività che continua anche una volta lasciata la mostra grazie al sito internet www.caravaggio.rai.it che permette di interagire con le opere per scorgerne i dettagli più inaccessibili, leggere la documentazione storica relativa all'artista e le opinioni dei suoi contemporanei, ascoltare gli spartiti dipinti in alcune opere.

Dalla Chiamata di Levi d'Alfeo (San Matteo), San Matteo e l'angelo e Il martirio di San Matteo (per la Cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi) alle due versioni del Giovane che suona il liuto - con sottofondo sonoro - ai quadri celebri come il Bacco, la mostra è investita quindi di un ruolo non solo espositivo ma anche didattico, dove si guarda, si sente (col cuore e le orecchie) e si impara.

Un nuovo punto di vista sull'arte che permette non solo di gettare nuova luce sulle opere - si possono ammirare particolari altrimenti inaccessibili nelle opere originali - ma anche di rendere accessibile a tutti capolavori provenienti da ogni parte del mondo altrimenti impossibili da vedere.

Finora era utopia pura. Oggi diventa realtà (virtuale).

Info in pillole

Cosa: Caravaggio. Una Mostra Impossibile.

Dove: Milano, Palazzo della Ragione, Piazza Mercanti 1

Quando: dal 10 novembre al 13 febbraio 2011, da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì dalle 9.30 alle 22.30, lunedì dalle 14.30 alle 19.30

Info: www.comune.milano.it/palazzoreale

www.caravaggio.rai.it

www.mostreimpossibili.rai.it

 

Ingressi: Intero € 9 Ridotto € 7

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).