Lucca Digital Photo Fest,
un festival declinato al femminile

19 novembre 2010 
<p>Lucca Digital Photo Fest,<br />
 un festival declinato al femminile</p>
PHOTO SANDY SKOGLUND -

(In foto: REVENGE OF THE GOLDFISH, © 1981 Sandy Skoglund)

L'edizione 2010 del LDPF, Lucca Digital Photo Fest, è interamente dedicata alla donna, intesa come musa ispiratrice o a sua volta creatrice, vista attraverso l'obiettivo della macchina fotografica o la sua arte.

Dal 20 novembre al 12 gennaio Lucca ospita una ricca serie d'eventi: un totale di 17 mostre, di cui alcune in anteprima assoluta, ma anche workshop, conferenze e premiazioni di grandi autori del panorama giornalistico e fotografico mondiale.

Fra i tanti ospiti spicca Sandy Skoglund, madrina della manifestazione, che ha conquistato l'attenzione della critica e del pubblico con le sue eclettiche messe in scena, tanto che il 27 novembre al Teatro del Giglio, in occasione del 'Face to Face Night', le sarà assegnato il LUCCAdigitalPHOTO Award mentre a Palazzo Bottini, è organizzata la mostra The power of imagination, ampia galleria fotografica che ripercorre i momenti più significativi della sua carriera.

Ma la Skoglund non sarà la sola a ricevere importanti riconoscimenti: sempre la stessa sera, a Donna Ferrato e Letizia Battaglia sarà assegnato il Premio di Fotogiornalismo, a Carla Sozzani Premio alla Carriera, a Sara Munari il 'Roberto del Carlo LDPC' ed infine a Nicola Quiriconi il LDVideoC.

Presso l'ex Manifatturiera Tabacchi è possibile visitare installazioni che toccano importanti tematiche sociali fra cui spiccano Di treni, di sassi e di vento (di Sara Munari), lavoro equilibrato sulle comunità di zingari, realizzato con intima partecipazione e occasione di riflessione, e Il Teatro della Vita, di Jan Saudek, in cui erotismo ed ironia si fondono insieme in insolite fotografie in bianco e nero colorate a mano: un effetto del tutto particolare.

Due mostre fotografiche son inoltre dedicate all'inquieta autrice americana Francesca Woodman, e a Marylin Monroe:  emozioni, ansie, sogni, sorrisi e paure di due donne, differenti fra loro, ma entrambe simbolo di pura femminilità.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).