A Palermo per il premio all'innovazione

24 novembre 2010 
<p>A Palermo per il premio all'innovazione</p>

L'innovazione è donna. Sono, infatti, ben 61 su un totale di 243 (40%) le candidature femminili al Premio Nazionale che si svolgerà a Palermo il prossimo 3 dicembre. In questa seconda edizione, che vede in competizione ben 60 giovani idee imprenditoriali, il primato femminile spetta all'Italia meridionale dove, in totale, sono 21 le donne contro le 19 partecipanti del Nord Italia e le otto del Centro. Grande attenzione alle tematiche ambientali: tra i progetti con forte presenza femminile, per esempio, c'è quello pugliese che studia come incrementare l'eco-compatibilità delle centrali termo-elettriche.

Il resto dei progetti in gara spaziano dalla salute (che raccoglie il 32% di quelli presentati), all'energia fino alle nanotecnologie e all'Information and Communication Technology (20%): in finale arrivano idee ad alto contenuto innovativo, nate in ambito universitario e in enti pubblici di ricerca. Qualche esempio? Un kit per valutare il rischio cardiovascolare, tessuti a "Lavatrice zero" che si autopuliscono, videogiochi che percepiscono le emozioni del giocatore, filtri ottici in grado di aumentare l'energia prodotta dai comuni pannelli fotovoltaici e uno studio sull'uso della "forza rossa", cioè su quei pigmenti e principi attivi presenti in frutta e ortaggi rossi per combattere e prevenire obesità e diabete.

Il programma della finale del 3 dicembre si snoderà all'interno della cittadella universitaria dell'Ateneo. La mattina si aprirà con un convegno sul tema "L'impresa innovativa nasce dalla ricerca: prospettive nello sviluppo del Paese" e, contemporaneamente, sarà possibile visitare lo spazio in cui saranno esposte le 60 idee d'impresa finaliste. Nel pomeriggio è previsto un workshop internazionale dal titolo "Business incubators engines for the economic development" che metterà a confronto esperienze d'incubatori d'impresa provenienti da diversi ambiti internazionali e il loro impatto sullo sviluppo economico locale. In serata, infine, la premiazione: il vincitore si aggiudicherà 50mila euro erogati da Intesa Sanpaolo.

Importanti, infine, i numeri sviluppati dalle imprese che hanno partecipato alle precedenti edizioni del PNI: da un monitoraggio effettuato sulle attività generate dalla rete PNICube risulta che le stesse hanno raggiunto un fatturato complessivo di oltre 77 milioni di euro, hanno coinvolto più di mille addetti e registrato ben 134 brevetti.

Info:
www.pnicube.it (Portale degli incubatori universitari e delle business plan competition accademiche italiane)
www.palermo.pni.it

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).