Filastrocche dell'Avvento su SmartPhone

26 novembre 2010 
<p>Filastrocche dell'Avvento su SmartPhone</p>

Manca un mese a Natale ed è tempo di preparare il calendario dell'Avvento. Per mamme appassionate di tecnologia, ma che non intendono rinunciare alle tradizioni d'un tempo, è arrivata una nuova applicazione per SmartPhone: un calendario virtuale di 24 finestrelle da aprire giorno per giorno, a cominciare dal 1° dicembre. Ognuna di queste piccole finestre contiene un'animazione adatta ai bambini e una filastrocca da ascoltare.

L'idea è di Jolanda Restano, fondatrice di Filastrocche.it, il sito che da dieci anni propone sul web attività ludiche, ricreative e pedagogiche a misura di bambino (e di mamme e papà). L'applicazione «Filastrocche dell'Avvento» (0.79 euro per IPhone e Android) è molto semplice da usare: basta cliccare sopra il numero corrispondente alla data del giorno per vedere comparire l'animazione e sentire una filastrocca.
Oltre a mantenere vive le tradizionali cantilene delle nonne, il calendario ha anche una componente educativa, e c'è da scommettere che sarà apprezzato dalle mamme di pargoli particolarmente esuberanti. Cliccando su ogni giorno del calendario compare infatti il messaggio «Sei stato buono oggi?» che mamma e papà dovranno leggere al loro bambino la sera, prima della nanna.

Se la risposta è sì, allora l'animazione ha inizio e dà il via anche alla filastrocca della buonanotte, altrimenti compare la frase «Chiedi scusa per il tuo comportamento e domani cerca di essere più buono».
Troppo serioso? Affatto. «Questo breve messaggio - spiega Jolanda Restano - serve ai bambini per riflettere sulle loro azioni e li invita a chiedere scusa per un atteggiamento sbagliato».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
mondo 73 mesi fa

interessante e utile... ma dovrebbe essere disponibile anche per gli adulti!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).