Il bambino pilucca? Colpa del Dna

30 novembre 2010 
<p>Il bambino pilucca? Colpa del Dna</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Si chiama "neofobia" ed è la diffidenza dei bambini verso alcuni cibi mai assaggiati. Vizio, capriccio o misteriose intolleranze alimentari? Niente di tutto ciò. I piccoli che senza motivo rifiutano questo o quell'alimento hanno le loro buone ragioni per farlo. Tutte scritte nel Dna.

In fatto di gusti, infatti, l'eredità genetica detta legge molto più di quanto non si immagini. Le papille gustative e la distribuzione dei recettori per i vari sapori sulla lingua cambiano molto da un individuo all'altro e la loro collocazione viene determinata alla nascita da una matassa di geni ancora ben lungi dall'essere sbrogliata.

L'effetto di questi frammenti di Dna è comunque uno solo: personalizzare fin dalla prima pappa la sensibilità verso dolce e amaro, aspro e piccante. Lucy Cooke, epidemiologa dell'University College di Londra, studia il legame tra gusto e genetica da molti anni e le conclusioni del suo lavoro sono state pubblicate sull'American Journal of Clinical Nutrition.

La studiosa ha intervistato i genitori di 5.390 gemelli dagli 8 agli 11 anni, facendogli compilare un questionario sulle abitudini alimentari dei figli: dai risultati è emersa una situazione simile tra i monozigoti, mentre tra i gemelli dizigoti era più facile individuare un fratello molto più schizzinoso dell'altro. Per intercettare fin da subito i gusti del proprio bambino la ricercatrice suggerisce di fargli provare più cibi possibile fra i 4 mesi e i 2 anni, registrando tutte le indicazioni possibili su un quaderno.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
emmawood 73 mesi fa

Non sono per niente d'accordo.. La verità è che molti genitori non sanno educare i propri figli..li viziano e non si fanno rispettare..facendo sì che sia il bambino alla fine ad averla vinta...e mangiare quello che vuole! e cosi tutti i bambini odiano la verdura..e quello non gli piace..e quello neanche ecc.ecc..! la verità è che sono dei bambini viziati!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).