"Mal di Natale"? Aiuta chi ha bisogno di te

08 dicembre 2010 
<p>"Mal di Natale"? Aiuta chi ha bisogno di te</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Se gli alberi di Natale addobbati e le luminarie vi danno un senso di angoscia, e se al pensiero delle feste sperate solo che passino in fretta, forse è perché rappresentano per voi il momento di fare i conti con la solitudine. È una situazione molto diffusa, secondo Peter Forster, docente di Psicologia dell'Università australiana Charles Darwin. "Il problema affligge soprattutto gli anziani, soli e ignorati, proprio nel periodo natalizio. Ma non riguarda solo chi non ha più legami sociali e famigliari: soffrono di solitudine e di malinconia anche le persone che vivono lontano dai partner, o le famiglie in cui c'è un solo genitore", spiega Forster.

La buona notizia è che un rimedio esiste, è semplice ed economico e anche efficace contro il "mal di Natale". "Provate a fare del volontariato - dice il docente -. Basta rivolgersi a un'associazione che si occupa di beneficenza: ce ne sono tante, ovunque. Va bene anche a un club sportivo: avranno sicuramente bisogno anche di voi. Regalare il proprio tempo agli altri è una esperienza gratificante, importante non solo per chi riceve aiuto, ma anche per i volontari, che in questo modo possono riuscire a trovare un significato alle feste".

Il volontariato, secondo Forster, "Permette di incontrare persone che condividono gli stessi interessi, e di stabilire quel contatto umano che ci è così indispensabile per stare bene". E, se non ci si vuole rivolgere alle associazioni locali, basterà fare un giro nel proprio quartiere. "Ci saranno sicuramente persone sole: potete aiutarle facendo la spesa per loro, o anche solo con una telefonata e due chiacchiere, oppure prendendo il tè in loro compagnia. Potete aiutarli a scrivere le cartoline di Natale, o a impacchettare i regali. Per loro, un semplice gesto farà la differenza. E anche per voi potrà essere lo stesso". Parola di psicologo.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).