Gli appuntamenti da non perdere
l'11 e il 12 dicembre

10 dicembre 2010 
<p>Gli appuntamenti da non perdere<br />
 l'11 e il 12 dicembre</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

IN ITALIA

Ha aperto lunedì il Museo del Novecento a Milano: tre anni di preparazione per portare a termine il progetto che conta quatrocento opere esposte fra cui il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo e molte correnti di spicco come l'Avanguardia Internazionale, Futurismo, Novecento, Post-impressionismo, Arcaismo, Realismo. Fino al 28 febbraio l'ingresso è libero: perchè non visitarlo nel weekend?

Sempre a Milano fino al 29 gennaio 2011 alla Open Mind Gallery la Cuba di Nicoló Lanfranchi, scatti a colori e in bianco e nero che rubano frammenti di quotidianità e permettono di vedere oltre i soliti cliché di Cuba.

A Milano continua la mostra  al-Fann. Arte della Civiltà Islamica a Palazzo Reale e alla Triennale Disquieting Images, ma anche la mostra Fotografie contro la leucemia e quella di Mick Jagger alla Fondazione Forma.

Ricordiamo anche il Caravaggio virtuale a Palazzo della Ragione: Caravaggio. Una Mostra Impossibile.

Per gli appassionati di shopping a Milano continua l'appuntamento con l'"Artigiano in Fiera" al nuovo polo fieristico a Rho.

Per chi invece è a Roma, la mostra all'Auditorium Parco della Musica Dove dormono i bambini: gli scatti di James Mollison per Fabrica, in collaborazione con Contrasto e Save the Children, per mostrare dove riposano i bambini di tutto il mondo, dai più agiati a quelli più sfortunati. Un ritratto dell'infanzia e della società di oggi.

Parlando di bambini: avete figli e non sapete più dove mettere i giocattoli che non usano più? Non li buttate! A Genova, fino al 12 dicembre, donateli per l'iniziativa Rigiocattolo che recupererà i giochi donati e a li venderà nel corso di un'apposita mostra-mercato che sarà allestita in piazza De Ferrari, da venerdì 17 a domenica 19 dicembre.

Non perdetevi poi le mostre cult dell'anno: a Milano c'è  Salvador Dalì, a Pisa a Palazzo Blu vi aspetta Joan Mirò; a Udine a Villa Manin c'è  Edvard Munch e lo spirito del Nord con 120 opere in esposizione (ma "L'Urlo" manca all'appello); a Roma al Vittoriano sono in mostra 70 opere di  Vincent Van Gogh.

ALL'ESTERO

Natale: voglia di viaggi, di cambiamenti, di festa.

Non vedete l'ora di programmare un'escapade?

Andate a Barcellona per conoscere i lati della New York della Cataluña che non vi aspettate, tra quartieri da riscoprire e locali da vivere.

E se Barcellona è troppo vicina, il caldo (senza l'effetto collaterale del fuso orario!) vi aspetta in Sudafrica, tra treni di lusso, riserve naturali, safari, spa, strade del vino e offerte per tutte le esigenze.

Per chi si prodiga sempre in buoni propositi alla vigilia del nuovo anno, perchè non fare le cose in grande e scegliere sei mete per iniziare bene l'anno?

E se in agenda c'è anche un viaggio nella Grande Mela, approfittatene per visitare la mostra dedicata a Balenciaga, al Queen Sofia Spanish Institute di New York fino al 19 febbraio.

In mostra oltre 60 abiti disegnati da Cristòbal Balenciaga - dal 1937 quando aprì la sua Maison a Parigi fino al 1968, anno del suo ritiro: i esposizione alcuni pezzi emblematici come l'Infanta del '59 ispirato ai dipinti di Velàzquez, il bolero da toreador del '46, l'abito da flamenco del '51.

A Berlino c'è Peter Lindbergh con "On Street" alla C/O Berlin Gallery fino al 9 gennaio mentre a Londra, al Natural History Museum, trovate la mostra internazionale Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year 2010 che premia i migliori fotografi della natura intesa in ogni sua accezione. Il Science Museum, poi, ha organizzato la mostra 2050, Il Pianeta ha bisogno di te, mostra interattiva all'insegna della sostenibilità: quattro le sezioni, alimentazione, tempo libero, trasporti e abitare. Il visitatore "disegnerà", grazie a uno speciale dispositivo, i quartieri delle città future scegliendo fra molte variabili.

A CASA E DINTORNI

C'è aria di Natale, di vacanze, di pranzi e di cene in famiglia.

Non preoccupatevi per i fritti e i soffritti dei bagordi festivi: studi recenti dimostrano che non è necessario dir loro addio per avere un fisico da invidiare. Durante un esperimento condotto dal Policlinico Gemelli di Roma, le donne che hanno mangiato cibi ripassati o fritti nell'olio hanno registrato una produzione minore di insulina e C-peptide, ossia di quelle sostanze responsabili, appunto, dell'accumulo di grasso corporeo.

E a proposito di tavola, se siete già preoccupate per il recupero peso forma dopo-natale iniziate a capire perchè non riuscite mai a finire una dieta.

Non vedete l'ora di tirare fuori le decorazioni natalizie per imbandirla? Imparate come utilizzarle al meglio.

Per chi soffre il freddo ma non vuole allontanarsi troppo da casa ma quanto basta per un po' di meritata pace, magari con le amiche, la soluzione sono le terme: ecco come sceglierle d'inverno (e magari farci una scappata in questi giorni).

Buon weekend!

 

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).