Yoga per bambini? Sì, giocando

13 dicembre 2010 
<p>Yoga per bambini? Sì, giocando</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sembra un gioco ma non lo è, e può aiutare i bambini a crescere meglio. Lo yoga è una disciplina da noi associata al mondo degli adulti ma, per il suo potenziale formativo, serve più ai piccoli. Nel blog La casa nella prateria, Claudia Porta ha dedicato molti post all'argomento, suggerendo come lo yoga aiuti i bambini ad acquisire la padronanza del linguaggio e a combattere malattie come l'asma.

«Quello da fare con loro è diverso da quello degli adulti - scrive la blogger - i momenti di calma si alternano a fasi dinamiche». Claudia scrive che questa pratica le ha cambiato la vita. «Ho comprato alcuni libri, tra cui Lo yoga dei bambini, di Didi A'nanda Paramita, dove c'è una tavola con alcune posizioni adatte ai più piccoli. L'ho fotocopiata e ho ritagliato le figure. Così è nato "Il gioco dello yoga"».

Claudia e i suoi figli pescano a turno una carta e, dopo aver indovinato di che posizione si tratta, la eseguono. Dal cane a testa in giù al signore dei pesci, l'insieme delle posizioni "asana" sembra creato apposta per solleticare l'immaginazione.

Eppure in Italia sono pochissimi i corsi ad hoc. La maggior parte dei centri che organizzano corsi di yoga per i più piccoli si trovano in nord Italia: due, in particolare, si occupano di questo in modo specifico, e sono l'Associazione Italiana Yoga Bambini, a Milano, e il Centro Yoga Bambini di Torino.

«Negli Usa la situazione è diversa - spiega la presidentessa Lorena Valentina Payalunga, autrice del libro Giocayoga: un'antica disciplina per crescere sani e felici divertendosi - a New York ci sono centri dove tutto è a misura di bambino. Abbiamo deciso di fondare l'associazione per colmare questa lacuna». Ma perché è importante che i più piccoli facciano yoga? «Per educarli al rispetto dell'altro e di sé - continua Lorena - Tutti gli esercizi sono improntati a un'etica che per i bambini di oggi, costretti a una vita impegnativa, è fondamentale».

Lorena si ispira unicamente allo yoga classico: «Voglio l'ortodossia dalla mia parte - spiega - la cosa migliore è trasmettere questa disciplina senza stravolgerla». I bambini che fanno lezione con lei hanno anche 2 e 3 anni e ci sono insegnanti che stanno cercando di portare lo yoga negli asili nido. «L'ideale sarebbe farlo praticare nelle scuole - spiega -. Il problema sono i finanziamenti».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).