Feste on ice

24 dicembre 2010 
<p>Feste on ice</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un pomeriggio on ice: un'attrazione irresistibile per i bambini. Le piazze e i parchi  che nel periodo delle feste si vestono da patinoire a misura di famiglia, segnalati da Severino Colombo di Milanoperibambini.

Da tradizione molte piazze e i parchi nel periodo delle feste si vestono da patinoire a misura di famiglia. La moda riguarda tanto le grandi città quanto i piccoli centri. A Trento l'appuntamento è in piazza Dante (fino al 30/1) a Brescia in piazza Teobaldo Brusato (fino al 9/1).  I pattinatori by night a Firenze si ritrovano ogni sera, fino alle 23, in piazza Bartali (fino al 16/1).

Se a Milano la scelta è tra il Villaggio delle Meraviglie, ai Giardini Montanelli, dove una parte della pista è riservata ai principianti (fino al 9/1) o il "Magico villaggio d'inverno", all'Idroscalo (fino al 5/2), a Roma le location en plein air sono quattro (www.iceparkweb.it).  Torino ha fatto le cose in grande con una pista extralarge di 600 metri quadrati (in piazza Vittorio, fino al 15/2) mentre a Napoli si pattina sugli spalti del Maschio Angioino fino a fine febbraio. Con pattini propri le piste sono, generalmente, gratuite; per chi li noleggia sul posto il costo va, invece, da 2 a 8 €.

Se un pomeriggio sul ghiaccio è un'attrazione irresistibile per i bambini, da genitori occorre, invece, prendere qualche precauzione per evitare imprevisti e infortuni. Primo, i pattini. Una volta chiusi, devono calzare come le scarpette di Cenerentola. «Né troppo stretti, né troppo larghi. L'inconveniente più frequente è slogarsi le caviglie» avverte Daniel Di Mattia, cardiochirurgo all'ospedale "Sacco" di Milano, traumatologo e medico sportivo dell'Hockey Milano Rossoblu.

Seconda regola: proteggere sempre testa e gomiti. «Per la prima basta un casco da babyciclista; per i secondi, paragomiti da skaters». Sulle mani? «Guanti da sci o di pelle». Altri punti dolenti per i pattinatori di Natale sono le cadute sul coccige, in genere senza conseguenze, e i colpi di frusta. «L'ideale - aggiunge Di Mattia - sarebbe pattinare con una tuta da motociclista!». Infine, tra principianti, meglio evitare di tenersi per mano: le cadute a catena sono assicurate.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).