Città family friendly

27 dicembre 2010 
<p>Città family friendly</p>

Uscite con vostro figlio a fare una passeggiata: siete sicure di sapere dove portarlo? Siete certe che, nel parco in cui andrete, ci siano gli spazi per farlo giocare? La giungla metropolitana non è un ambiente facile, specialmente se con noi c'è un bambino. Per questo le mamme del portale Radiomamma hanno stanato tutti gli indirizzi e le dritte per una Milano a misura di famiglia. È nato così il libro Guida alla Milano family friendly, scritto da Carlotta Jesi per Terre di mezzo Editore, una fucina di dritte di sopravvivenza urbana per genitori e bambini.

La guida ha naturalmente un occhio di riguardo per l'ambiente (troverete ad esempio l'animatrice di feste per bambini che utilizza esclusivamente materiali ecologici, gli asili con lavanderia interna che accettano bambini che usano pannolini lavabili, la banca che ha allestito una filiale a misura di famiglia e che fornisce i marsupi di cortesia quando si entra con i bambini, il baby pic-nic a chilometro zero...) e in tutto le descrizioni di posti e situazioni dotati del bollino di qualità "family friendly" sono ben 145.

Ma questa non è la sola guida di questo tipo in circolazione. Il 21 maggio 2010 si è costituito a Parma il Network italiano di città per la famiglia, una realtà associativa di comuni che raggruppa per ora 54 amministrazioni, impegnate a «promuovere politiche a sostegno della famiglia». Tra i soci fondatori i comuni di Parma, Roma, Bari e Varese. Da questa sinergia è nato il manuale, presentato poche settimane fa, Una città a misura di famiglia, realizzato dall'Afi-Associazione delle famiglie, e scaricabile dal sito delle Famiglie numerose. Pensato per illustrare in sole 120 pagine tutti progetti messi in atto dalle amministrazioni per rendere "family friendly" la città, questo libricino rappresenta una guida completa al menage delle giovani famiglie italiane.

La casa editrice Lapis ha addirittura stampato un'intera collana dedicata al tema del "family friendly", spiegando, città per città, quali sono i posti a misura di bambino. I libri I bambini alla scoperta di... portano per mano le famiglie attraverso i luoghi più "family friendly" di Bologna, Torino, Bergamo, Firenze, Prato, Villa Borghese, Roma antica, San Marino, Venezia e Mantova.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Robsno23 44 mesi fa

[p]What is additional, [url=http://www.ccheaptomsshoes.com]discount toms shoes outlet[/url] all kinds of footwear have amazing attributes along with the price tag is incredibly acceptable . An additional advantage to using free coupons from online is that you are able to print off multiple [url=http://www.ccheaptomsshoes.com]cheap toms shoes sale[/url] coupons, which might allow you to save even more money . Enjoying a sunshine filled day while [url=http://www.ccheaptomsshoes.com]toms shoes for kids[/url] relaxing with your family around the pool is a favorite past time for many.[/p]

Robuxc45 45 mesi fa

[p]In actuality, they are so lower that you are heading to imagine they are some [url=http://www.ppoloralphlauren.co.uk]discount ralph lauren polo shirts[/url] kind of rip-off, but definitely, ones like Fashion Unique are higher good quality outlets that comprehend the challenging economy in today's entire world . 猫聛陆 Women enjoy go shopping so [url=http://www.ppoloralphlauren.co.uk]ralph lauren polo shirts[/url] that you can remember their wonder and / or your sorrows, a totally new project or maybe break down because of their husband, are an awesome rationale to search store . [url=http://www.ppoloralphlauren.co.uk]polo ralph lauren outlet online [/url] linkz . Store on the internet retailers that do not have a bodily spot in your condition save on the sales tax . fr/ 猫聛陆 http://irwinforeman1229 . Their dresses and models have been featured on the covers of [url=http://www.ralphlaurenoutletonlinee.co.uk]ralph lauren outlet online[/url] teen fashion magazines like Lou Lou, Gisele,

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).