When parents text

06 gennaio 2011 
<p>When parents text</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Avete meno di 30 anni? Vi ricordate la prima volta che i vostri genitori vi hanno mandato un sms? Oppure, se ne avete più di 30, ricordate quando avete mandato il primo messaggio a vostro figlio? In entrambi i casi potete lasciare una testimonianza di questo "storico" incontro generazionale sul sito Whenparentstext.com, creato negli Usa proprio per raccogliere gli sms che i genitori mandano ai figli.

I risultati sono esilaranti: messaggi spiritosi, ironici, che dimostrano come mamma e papà spesso si sentano, con la tastiera del telefonino, più a loro agio dei propri figli. Si vocifera che la CBS abbia acquistato i diritti per farne addirittura una sitcom, e leggendo i post non c'è da stupirsi. Messaggi come: «Buongiorno! Ti ricordi dove hai messo il cd di Lady Gaga che era nel cruscotto della mia macchina?» non avrebbero niente di strano, se non fossero stati scritti da papà. E poi mamme che si sbizzarriscono in emoticon originali (magnifico il numero 8 che simboleggia il papillon, «non fare niente di stupido, comportati come l'uomo col cravattino!») o che usano maiuscole e minuscole come nei fumetti («Nonna vuole sapere che profumo vuoi per Natale: DONKEY o Blueberry Britt?»).

Il quadro complessivo è quello di una famiglia diversa, più moderna e anche più unita, che proprio negli sms trova una nuova forma di complicità. «Per il 2011 voglio un conteggio giornaliero della frutta e delle verdure che mangi. Non come mamma ma come amica», scrive una madre premurosa e "friendly" al tempo stesso. E alla domanda "cosa vuoi per Natale?" un padre risponde, «Dei capelli nuovi, e una Ferrari». Sinceri, simpatici, originali. Cosa non si scopre, when parents text!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).