Scegliere la tata: prepara il colloquio

17 gennaio 2011 
<p>Scegliere la tata: prepara il colloquio</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Una volta che hai individuato le candidate attraverso agenzie specializzate o conoscenze personali, dovresti organizzare adeguatamente il colloquio annotandoti le domande e poi le risposte, in modo che servano al momento della decisione finale.

A questo punto quali domande non dovrebbero assolutamente mancare? «Bisogna raccogliere più informazioni possibili sulla sua preparazione - dice la psicologa Elena Moglio, interpellata da Style.it -. Che tipo di esperienze con i bambini ha maturato? Che età avevano? E poi uno degli interrogativi più importanti: fa la tata perché è la sua professione oppure perché, tra un lavoro e l'altro, le sembra semplice curare un bimbo?».

Fare la baby-sitter, infatti, non è un mestiere che si può improvvisare. Per questo è fondamentale controllare bene il curriculum e le referenze delle candidate. L'esperienza è uno dei fattori che sarà determinante nella scelta della persona che si occuperà di tuo figlio durante la tua assenza da casa.

Racconta la tua esperienza di ricerca della tata, commenta qui.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).