Donne e ambiente: che coppia!

18 gennaio 2011 
<p>Donne e ambiente: che coppia!</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Uomini e donne sono diversi anche in tema di ambiente, con le seconde cittadine modello e i primi veri e propri nemici dell'ecologia. A dirlo, uno studio di una coppia di ricercatrici svedesi della "Defence Research Agency" secondo le quali i maschi produrrebbero un maggior numero di emissioni nocive e le cause andrebbero ricercate nella passione tutta maschile per le auto veloci e nel maggior consumo di carne, alcool e tabacco. (Pessime) abitudini che accomunerebbero, comunque, gli uomini di tutta Europa.

Confrontando i dati dei consumi medi individuali di energia in Svezia, Norvegia, Germania e Grecia le ricercatrici hanno, infatti, scoperto che i maschi hanno un tasso di inquinamento medio superiore fra il 6 (Norvegia) e il 39% (Grecia) a quello delle donne (in Germania siamo all'8%).

Non fa eccezione la "verdissima" Svezia, spesso assunta come modello ecologico, dove la percentuale raggiunge il 22%. In genere, le donne spendono più energia per l'abbigliamento, l'igiene, la salute, i beni per la casa o il cibo, mentre gli uomini hanno un maggior dispendio energetico per il consumo di carne, per i trasporti e per la produzione di alcool e tabacco.

«Le politiche ambientali dovrebbero cominciare a fare una distinzione fra i sessi - ha spiegato una delle due ricercatrici alla rivista "Energy Policy" che ha pubblicato la ricerca - e, soprattutto nel settore dei trasporti, le campagne per la moderazione nell'uso dell'auto privata e per la priorità nella scelta dei mezzi pubblici dovrebbero essere più mirate agli uomini per risultare davvero efficaci, perché è stato dimostrato che le donne hanno un modello di vita più "dolce" ed eco-sostenibile».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).