Google, sicurezza online per la famiglia

19 gennaio 2011 
<p>Google, sicurezza online per la famiglia</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Google ha deciso di mettere a disposizione i suoi canali di comunicazione per creare una piattaforma che aiuti i genitori ("geek" e non solo) a stare più vicino ai propri figli. Passando attraverso lo strumento che essi usano di più: internet. Nasce il Centro Sicurezza Online per la Famiglia, raggiungibile al link Google.it/sicurezzafamiglia, per parlare con i genitori di cyberbullismo, contenuti violenti o a sfondo sessuale, adescamento online, privacy.

Per farlo, il motore di ricerca creato nel 1998 da due studenti della Stanford University si è avvalso della collaborazione di Save the Children, Telefono Azzurro e Terre des Hommes, che prepareranno i contenuti da caricare sul web. «Per noi si tratta di un canale importantissimo - spiega Simona Saraceno di Telefono Azzurro - anche perché quello della sicurezza online è un tema su cui insistiamo da anni. In particolare, noi di Telefono Azzurro offriremo una consulenza specializzata sui siti che istigano a comportamenti alimentari disturbati, adescamento online e cyberbullismo».

«Spesso i genitori sono convinti che per tenere i figli lontani dalle minacce del web siano necessarie delle competenze tecniche molto elevate - spiega Simona Panseri, Corporate Communications and Public Affairs Manager di Google Italia, nonché mamma - ma non è così. È come quando si deve mandare per la prima volta un figlio in viaggio da solo: non è necessario essere andati nello stesso luogo per offrirgli dei consigli. Il mondo virtuale non è diverso da quello reale. Come io insegno ai miei figli che non devono parlare con gli sconosciuti, così spiego loro che questo vale anche per le persone con cui entrano in contatto online».

L'iniziativa è solo una delle tante che Google ha messo in atto per aiutare le famiglie a relazionarsi con le possibili minacce del web: con l'anno scolastico 2009-2010 è stato anche inaugurato il progetto educativo Non Perdere la Bussola, nato dalla collaborazione tra Google/YouTube e Polizia Postale e delle Comunicazioni con l'obiettivo di sensibilizzare e formare in modo corretto i giovani tra i 13 e i 18 anni sui temi della sicurezza in Internet e sull'uso responsabile della rete. Da quest'anno, il progetto vede il sostegno del Ministro della Gioventù.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).