Ristorante con "schiscetta":
strategie antispreco a Milano

19 gennaio 2011 
<p>Ristorante con "schiscetta":<br />
 strategie antispreco a Milano</p>

Parte dall'America con l'esempio della first lady Michelle Obama ed arriva anche in Italia: si tratta della nuova attenzione nei confronti del cibo, da progetti volti alla diffusione di una sana alimentazione per contrastare l'obesità, a vere e proprie campagne anti-spreco.

Ed è proprio quest'ultimo il caso de "Il Buono che Avanza", iniziativa promossa dai volontari milanesi di 'Cena dell'Amicizia Onlus', che da ben quarant'anni aiutano persone senza fissa dimora a Milano e dintorni.

A tutti i ristoratori che aderiscono al progetto, dai primi di gennaio l'Associazione fornisce appositi contenitori per i clienti consumatori per conservare e portare a casa cibi e bevande avanzati durante il pranzo o la cena.

La classica schiscetta, per intendersi, ma rivisitata in chiave anti-spreco. L'obiettivo è infatti diffondere una nuova cultura alimentare basata su uno stile di vita etico e salutare, combattendo eccessi e sprechi, dannosi sia per se stessi che per la spesa pubblica.

Il progetto, patrocinato dall'Assessorato alla Salute del Comune di Milano, Epam e Unione del Commercio, vede la collaborazione di Slow Food Milano, Legambiente Lombardia, Comieco e l'azienda Alce Nero, oltre che una ricca schiera di ristoranti, trattorie e servizi catering sia a Milano centro che in Provincia. Tutti i ristoratori che desiderano aderire all'iniziativa sono invitati a visitare il sito dell'associazione 'Cena dell'Amicizia' e compilare l'apposita richiesta.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Ransie 71 mesi fa

Macchè i ristoranti fanno portare il cibo che non hai mangiato... lo ripropongono al prossimo cliente cercando di fare in modo che non se ne accorga. Lo stesso vale per le bevande... e molte volte ne ho avuto la sensazione con le patatine fritte, al forno e con la birra alla spina e un sospetto con il vino non in bottiglia. Una volta ho visto con i miei occhi una cameriera travasare da un bicchiere all'altro la birra alla spina lasciata quasi integra da un'altra cliente. Ho lavorato in un ristorante, so come vanno certe cose... :(

la stefy 71 mesi fa

Ottimo! che ci responsabilizzi sui consumi?!?!? Cmq mi è già capitato a Otranto in un bellissimo ristorante nel centro storico ... e senza chiedere ...tutto il pesce avanzato ma integro che era nei vassoi da portata è stato messo davanti ai ns. occhi in un contenitore e ci è sato lasciato al tavolo . Al momento del conto ci hanno dato un busta per il trasporto del contenitore! ... una novità ... Qui a Roma non si usa nemmeno ai matrimoni portare via due fiori ... figuriamoci il cibo!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).