Labrador, che passione!

25 gennaio 2011 
<p>Labrador, che passione!</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

E' il labrador il cane preferito dagli inglesi, di nascita o di adozione, visto che l'americana Gwyneth Paltrow ne possiede uno che adora. Al secondo posto, il cocker paniel, che è l'amore peloso di Charlize Theron, mentre al terzo troviamo l'English springer spaniel, diventato famoso ai tempi di George W. Bush.

Proseguendo la top-ten stilata dal Kennel Club lo scorso anno sulla base della registrazione dei pet all'anagrafe canina, ecco l'onnipresente pastore tedesco, subito seguito dallo staffordshire bull terrier. Ma è in nona posizione che scopriamo la vera sorpresa di questa classifica d'Oltremanica, con il ritorno del carlino, piccolo abbastanza da poter essere tenuto in una mano, ma non per questo meno feroce. Di origine cinese e portato in Inghilterra da Guglielmo d'Orange nel 1688 per rimpiazzare lo spaniel come toy dog preferito, il carlino è diventato molto più popolare di boxer, beagle e bulldog, con un aumento del 170% dal 2005 ad oggi.

Un'impennata che, a detta dei veterinari, sarebbe stata favorita dalle celebrità, sempre più amanti degli "handbag dogs", ovvero icani "da borsetta". Non a  caso, negli ultimi cinque anni i cosiddetti "toy dogs" hanno avuto una crescita di popolarità del 20%, mentre, per contro, cani di stazza più imponente (fra cui boxer e rottweiler) hanno subìto una flessione del 32%. Una moda, questa dei cani di taglia mignon, che potrebbe, però, diventare pericolosa, perché spinge all'emulazione e alla corsa "al cucciolo in miniatura", a vantaggio spesso di allevatori senza scrupoli, che non si preoccupano delle condizioni in cui vengono tenuti gli animali.

Anche in Italia "piccolo è bello", come conferma il sesto posto dei chihuahua nella classifica dei cani preferiti dai milanesi, secondo i dati del servizio veterinario della Asl del capoluogo lombardo, anche se nelle prime posizioni resistono i cani di taglia grande come i labrador, adorati per il loro carattere allegro e giocherellone e perché facili da addestrare.

Ma la vera sorpresa riguarda l'escalation dei "meticci" che, stando all'anagrafe canina del Comune di Milano relativa allo scorso anno, sarebbero i cani più diffusi, con oltre 14mila "iscritti" (senza contare quelli sprovvisti di microchip). Dati ufficiali a parte, però, la rete è piena di classifiche dove ognuno sceglie la propria razza del cuore e se golden retriever e pastori tedeschi sono sempre fra i preferiti, i "piccoletti" genere maltese e chihuahua stanno risalendo posizioni, complici la moda e gli spazi abitativi cittadini, poco idonei ai cani di stazza.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).