Diane Fleri e Andrea Bosca:
pazzi per il vintage

03 febbraio 2011 

Due attori e una passione per i cult rétro nata girando Febbre da fieno, la nuova commedia di San Valentino che racconta le aspirazioni romantiche di tre single impiegati in una boutique di modernariato e vintage, il Twinkled.
«Lo ammetto, quando stavo in mezzo al negozio per me, a volte, era difficile stare attenta al lavoro perché ero attratta da tutte le cose erano intorno a me», racconta Diane Fleri, colpita anche dall'atipicità della scenografia, che non era creata dal nulla ma da un mix di ambienti reali, corrispondenti a diverse botteghe vintage. Un insieme di location che ha creato anche la voglia di portarsi a casa qualche souvenir del set: «La regista è riuscita a tenere l'insegna del Twinkled, bellissima, al neon; io avevo addocchiato una radio, Anni Settanta, sull' arancione, alcuni vinili e delle parrucche», continua l'attrice.
Alla fine, le è rimasta solo una piccola chiave che apre una scatola che, invece, è nella casa di Andrea Bosca, protagonista maschile della commedia, una scatola con un piccolo mistero... svelato nel video qui sotto!

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA:

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).