Che bella storia!

11 febbraio 2011 
<p>Che bella storia!</p>

Basta bruttezze, che voglia di raccontare storie belle e positive, dicevamo qualche giorno fa davanti alla macchinetta del caffè io e Margherita Pogliani (il nuovo direttore).  E perché non provarci? E' nata così la rubrica Che bella storia!, che prende avvio oggi con un servizio speciale. Nuova inquilina del piccolo "condominio" del Lifestyle di Style.it è Giulia Blasi, friulana ma romana d'adozione, blogger (*), giornalista e scrittrice, che inizia subito alla grande (almeno secondo noi). Il suo pezzo inizia così...

Ci mancano un po', le eroine. Ci mancano al cinema e ci mancano nella vita, specialmente in questo periodo, in cui il modello aspirazionale femminile sembra essere una torma di furbette di bell'aspetto spacciate per frontiera della libertà sessuale e dello spirito imprenditoriale solo perché sono in grado di spillare soldi a un anziano satrapo in cambio di mesti accoppiamenti. Ci servono eroine, presenti e passate, donne a cui guardare per ricordarci che possiamo fare tutto quello che vogliamo, che non siamo costrette a passare per le tasche profonde di un uomo per sopravvivere, che non serve essere sante, martiri o prive del più elementare senso dell'umorismo per essere persone. Abbiamo chiesto a quattro scrittrici italiane un po' sopra e un po' sotto la trentina di indicarci due eroine, una del passato e una del presente. Alcune sono riuscite a sceglierne due, altre no, ma non ce la siamo sentita di lasciarne fuori nessuna.

Vuoi scoprire chi sono le scrittrici e chi hanno scelto? Vai a vedere il servizio AAA cercasi eroine. E dicci cosa ne pensi e quali sono i tuoi riferimenti letterari, i tuoi miti, i tuoi ideali, i tuoi modelli. Accanto a nomi noti, ci piacerebbe che questa rubrica diventasse un salotto dove raccontare e dare onore alle donne importanti che ognuno di noi ha vissuto e porta nel cuore. Che ne dici?

(*) Tra i blog di Giulia da non perdere Me parlare donna un giorno. Scoprilo (e seguilo)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Adoro leggere Glamour, e quello che non c'è sulla rivista lo trovo qua, come questo articolo. Questo "finalmente una donna che la pensa come me", questo "svegliamoci donne, c'è bisogno di far sentire la nostra essenza" in parte esente dal passato e dal presente, perché la donna nuova, quella di oggi, è più forte di tutte le altre perché tale coraggio viene fuori proprio dal passato, da quello per cui le donne si son sempre battute. E proprio perché donne, ci si aspetta veramente tanto da noi! *Vado a leggere il blog di Giulia. **e questo è il mio: http://www.flavialtomonte.com

life 70 mesi fa

che bella idea! brave!! le eroine sono tante, per me. la Betancourt, Madre Teresa di Calcutta,la moglie del premio Nobel per la pace. giusto per dirne qualcuna. poi nel mio piccolo, mi sento un'eroina anch'io! :-)

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).