Leonardo in touch-screen

15 febbraio 2011 
<p>Leonardo in touch-screen<br />
<br />
</p>

(Copyright by Leonardo3)

Tanto è geniale il protagonista dell'evento, Leonardo Da Vinci, quanto altamente tecnologica la modalità messa a punto per comprendere meglio il suo ingegno: al Franklin Institute di Philadelphia (Pennsylvania) - fino al 22 maggio - è in corso una mostra che consente di toccare virtualmente (e leggere) gli appunti del celebre genio del Rinascimento italiano.

Come è possibile tutto questo? Perché gli antichi manoscritti e progetti dell'artista sono stati digitalizzati e attraverso speciali monitor touch-screen messi a disposizione dei visitatori possono essere sfogliati. Perciò, mettendo "mano" ai quaderni di Leonardo Da Vinci, si può provare a seguire l'iter mentale che ha accompagnato il maestro fiorentino durante la creazione o la lavorazione di determinate opere o macchine. A portata di lettura anche il famoso Codice Atlantico: un insieme di circa 1.750 disegni distribuiti su 1.119 pagine.

Quello che c'è in questa mostra di più reale e tradizionale, invece, sono i modelli in scala delle più celebri invenzioni di Leonardo, come per esempio il progetto di una macchina in grado di levarsi in volo (lo studioso, pur non concretizzando la sua idea, individuò comunque importanti principi aerodinamici, che poi vennero ripresi successivamente, per la costruzione degli elicotteri).

Alla realizzazione di questo particolare evento -  digitalizzato e non - hanno contribuito ingegneri di talento, studiosi di Leonardo e designer italiani dello studio di Leonardo3 (Milano).

Cosa: "Leonardo da Vinci's Workshop."
Dove: Franklin Institute, Philadelphia (USA)
Quando: fino al 22 maggio
Giorni e orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 9,30 alle 17,00.
Info: www.fi.edu/ftp/da_vinci

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).