A Roma il mondo si spiega attraverso i colori

22 febbraio 2011 
<p>A Roma il mondo si spiega attraverso i colori</p>

Dalle farfalle ai pesci, dalle alghe ai lapislazzuli, nella natura, come nell'arte, il colore è il punto di partenza e lo strumento per l'analisi del mondo. È un'idea condivisa dagli organizzatori del ciclo di appuntamenti «Il colore nella scienza», in programma alla facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali della Sapienza di Roma.

Gli incontri iniziano mercoledì 23 febbraio (alle 11, aula A, nel dipartimento di Chimica) con il seminario «Chimica e colore. Nella natura, nell'industria, nell'arte». Marcella Guiso è la relatrice del primo incontro: parte dalla chimica del colore e ripercorre la storia delle scoperte scientifiche più importanti in questo settore e delle loro applicazioni tecnologiche: dal primo pigmento sintetico in assoluto, il blu egizio, alla gamma di coloranti messi a disposizione dalla nascente industria chimica all'industria tessile, dalla seconda metà dell'Ottocento, come la Mauveina di Perkin, il rosso Magenta e gli azocoloranti, che ancora oggi sono leader del mercato.

Marcella Guiso, che insegna Chimica dei pigmenti nel corso di laurea in Scienze applicate ai Beni Culturali e alla diagnostica per la loro conservazione, spiega anche come la chimica chiarisce le ragioni della trasformazione di un colore col passare del tempo: ad esempio, perché il verde degli arazzi tende al blu o il verde delle tele, spesso, al marrone?

Gli appuntamenti successivi, con altri esperti del settore, sono in programma mercoledì 2 marzo (s "Farfalle,pesci colorati ed equazioni differenziali" con Alberto Tesei, del dipartimento di Matematica), mercoledì 16 marzo ("Il colore delle alghe:cause, significati ed usi antichi" di Nadia Abdelahad del dipartimento di Biologia ambientale), mercoledì 30 marzo ("Il blu dei lapislazzuli:dai faraoni a Michelangelo" di Paolo Ballirano del dipartimento di Scienze della terra) e mercoledì 13 aprile ("Lo spettroscopio:ovvero cosa si impara dal colore di un materiale" di Mario Capizzi del dipartimento di Fisica).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Reata B 70 mesi fa

Che bell'immagine!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).