C'erano una volta i lavori "da uomo"

24 febbraio 2011 
<p>C'erano una volta i lavori "da uomo"</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

C'erano una volta i lavori "da uomo", ovvero quelle professioni svolte solo dai maschi, perché considerate poche adatte al gentil sesso. C'erano una volta, dicevamo, perché oggi non ci sono più: sempre più donne svolgono, infatti, attività come il fabbro o la camionista, a volte per reale interesse, altre per pura necessità, visti questi tempi di crisi economica.

A confermare il nuovo trend, un'indagine della Camera di Commercio di Monza e Brianza che, analizzando i dati del Registro Imprese, ha scoperto che sono ben 2.380 i fabbri in gonnella, mentre le camioniste arrivano a 1.800, con una autotrasportatrice ogni 13 nuovi iscritti lo scorso anno, senza dimenticare le oltre 700 donne carrozziere o meccanico, che rappresentano l'1,4% del totale.

E guardando l'elenco dei lavori cosiddetti "maschili", svolti dal genere femminile, spiccano anche le 300 donne falegname e le altrettante calzolaie (l'8% del numero complessivo), con un'iscritta ogni cinque uomini nel 2010, come pure le elettriciste e le idrauliche, rispettivamente 400 e 140 secondo il Registro Imprese, che si sono dedicate ai classici mestieri introvabili, mettendosi così a fare concorrenza ai maschietti.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).