Attenti ai Passovelox!

25 febbraio 2011 
<p>Attenti ai Passovelox!</p>

Portare fuori il cane, accompagnare il bimbo a scuola, correre al lavoro. Trovare il tempo per fare il bucato, per le pulizie e anche per il compagno. E, alla fine, saltano la palestra, la lettura di un libro, la serata al cinema. Succede tutti i giorni. Ma non deve accadere lunedì (il "giorno frenetico" per eccellenza) 28 febbraio: è la Giornata Mondiale della Lentezza, promossa dall'organizzazione di volontariato L'Arte del Vivere con Lentezza.

«È l'occasione per una riflessione collettiva in un momento di trasformazioni, confusione e incertezza - spiega Bruno Contigiani, presidente dell'associazione -. Viviamo e lavoriamo in un mondo sempre più frenetico, che ci costringe a fare di più e fare più in fretta e ci lascia sempre meno tempo e spazio per pensare e dedicarci a noi stessi e a chi ci sta vicino. È importante celebrare la voglia di fermarci per riprendere l'orientamento».

E così è nata l'idea di una giornata in cui è d'obbligo rallentare, per riflettere su come impiegare al meglio il nostro tempo, assaporare un attimo prezioso, apprezzare le piccole cose di ogni giorno. Ciascuno ha il compito di trovare il modo migliore per interpretare questa giornata, dedicandosi ad un'"attività lenta", o scegliendo di non fare proprio nulla.

A Milano, la Giornata della Lentezza viene anticipata a sabato 26 febbraio (e, ahimé, non è una battuta): nella zona tra piazza San Babila e piazza Duomo, perfomance di strada: dai "vigili della lentezza" muniti dei "Passovelox" per multare i passanti frettolosi, alla distribuzione dei "Comandalenti e Comandamori", dalla "Maratona Lenta" all'Opera in Strada e dai "Giochi di Strada dimenticati" di Giorgio Reali, alle dimostrazioni di tai-chi.

Lunedì 28 febbraio, la Giornata torna a New York per una settimana di eventi: multe ai passanti frettolosi e videointerviste, performance in strada con soste lungo per riprendere il gusto del tempo, Opera in Strada a Union Square (per la regia del direttore del teatro Franco Parenti, Andrée Ruth Shammah) e molte attività "lente".

Milano e New York sono i due poli principali, a cui si aggiungeranno centinaia di altre città. L'elenco delle attività sarà a mano a mano disponibile sul sito (e sulla sua versione inglese), oltre che sui social network Facebook, Youtube e Twitter.

>> guarda anche IL PIACERE DI GUSTARE CON LENTEZZA

>> guarda anche COME GUIDARLO VERSO IL SESSO SLOW

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
illari 70 mesi fa

trovo fantastica l'idea di una giornata di lentezza...e poi anche tante altre.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).