L'arte contemporanea? In un video

21 marzo 2011 
<p>L'arte contemporanea? In un video</p>

Non quadri, non sculture. Martedì 22 marzo, alle 18, alla Galleria 1000 Eventi, in via Porro Lambertenghi 3, a Milano, apre "24 FPS vol.2", una mostra collettiva dedicata al video, che raccoglie le registrazioni di alcune storiche performances dei più rappresentativi artisti contemporanei.

Un esempio? Di Marina Abramovic e Ulay è in mostra "AAA-AAA", la registrazione di un'opera del 1978 in cui, uno di fronte all'altro, i due producono una serie continua di suoni, fino a perdere la voce.

Nella seconda parte dell'esposizione, i lavori di giovani artisti contemporanei, come Robin Rhode, sudafricano che utilizza materiali di uso comune (cartone, gesso e pittura). O Rob Carter, newyorkese. C'è anche un'opera di Andrea Mastrovito: "Bawitdaba", le avventure di una scimmia e di un maialino di plastica, e a fare da cornice al video, l'installazione "L'isola del Dottor Mastrovito", che è stata presentata l'estate scorsa a Governors Island, New York.

La mostra è aperta fino al 13 maggio, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 19 (e il sabato su appuntamento. (Tel. 0266823916).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).