L'ora della Terra

23 marzo 2011 
<p>L'ora della Terra</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Basta spegnere la luce e per un'ora riassaporare l'atmosfera di una stanza a lume di candela, di una cena romantica, del silenzio della natura, del mosaico di stelle in cielo. Spegnere un'interruttore per  aiutare la sostenibilità del nostro pianeta, l'unico che possiamo veramente preservare. Il 26 marzo è l'Ora della Terra (Earth Hour), in Italia dalle 20.30 alle 21.30 e in 128 Paesi, migliaia di città e comuni. Nelle case, nei condomini, nelle piazze, nei monumenti. Un'ora al buio attraverso tutti i fusi orari. La più grande mobilitazione per la lotta ai cambiamenti climatici organizzata dal WWF, quest'anno ricevendo l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico.

Si sono spente le luci prima a Sidney poi a Pechino fino ad arrivare in Italia dove negli anni passati sono rimaste al buio la Fontana di Trevi, il Colosseo, la Mole Antonelliana e la Valle dei Templi di Agrigento.

Abbiamo contattato Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia per il WWF per saperne di più.

Qual è l'obiettivo di Earth Hour?
Sensibilizzare e manifestare la volontà di combattere i cambiamenti climatici che sono la peggiore minaccia per il nostro pianeta, provocati dall'emissione di anidride carbonica e di altri gas che amplificano l'effetto serra naturale. I cambiamenti climatici sono già in atto ed è chiaro che superata una certa soglia l'uomo avrà molte difficoltà a farvi fronte. Il primo significato di Earth Hour  è che spegnere la luce in tante e diverse parti del mondo, tutti insieme è simbolo di unione e del fatto che tante piccoli azioni individuali possono cambiare il mondo. Quando ad essere coinvolte sono un miliardo di persone, come l'anno scorso, non si può ignorarle.

Cosa chiedete ai governi?
Di agire per creare una nuova economia che sia fondata sul rispetto dell'ambiente ma anche su un vero benessere. Il WWF, proprio in questi giorni, ha presentato un rapporto in cui è dimostrato che alimentare tutto il pianeta, entro il 2050, solo con energie rinnovabili è possibile, grazie alle tecnologie attuali.
Quest'anno noi aggiungiamo un più, chiedendo che le azioni positive nei confronti del pianeta  siano fatte durante tutto l'anno e non siano limitate alla sola giornata del 26 marzo.

Cosa possiamo  fare noi cittadini?
Non prendere la macchina per almeno un giorno alla settimana, guadagnandone anche in relazioni umane; oppure prendere la bicicletta e rimanere in forma senza andare in palestra; o ancora andare a piedi, compatibilmente con le distanze; come i  medici sostengono, questa è l'attività che più giova alla nostra salute.
Un ulteriore accorgimento è mangiare meno carne, quest'ultima apporta infatti un un grandissimo spreco energetico, dal non mangiarne quasi per niente siamo passati a mangiarla una o due volte al giorno, trasformando così una enorme quantità di mangimi in carne, attraverso gli animali.

Il primo testimonial della vostra campagna è stato Marco Mengoni...

Marco è un giovane artista, che da solo, quest'anno grazie al suo talento ha ottenuto tantissimo. La sua collaborazione è importantissima perché è un richiamo al fatto che i giovani con il loro cuore possono davvero prendere in mano il proprio futuro, sia individualmente che collettivamente. Se noi cambiamo, indurremo anche i governi a fare quello che possono e devono per cambiare. Il senso della nostra  iniziativa è proprio questo: fare insieme la differenza.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
antonio 69 mesi fa

siamo tutti d'accordo, poi.... «Gente che va su e giù per le scale mobili, negli ascensori, che guida automobili, le porte dei garage che si aprono schiacciando un pulsante. Poi vanno in palestra per smaltire il grasso.»

Marco 69 mesi fa

Cavoli, ho appena cambiato la centralina al Suv. Proprio adesso che ho 450 cv!

Nastia3 69 mesi fa

Bellissima idea... Il fatto non è neanche spegnere le luci per un ora il 26 marzo, ma fare tante altre piccole cose quotidiane che aiutino la terra! chiudere l acqua mentre ci si lava i denti, non lasciare il pc acceso 24 ore su 24...

Paola 69 mesi fa

E'importante tenere conto di queste inizitive ...il pianeta è nostro e va rispettato, grazie

monica [style] 69 mesi fa

Grazie Nicoletta, corretto!

Nicoletta 69 mesi fa

mi permetto: credo la frase "Prendere la macchina per almeno un giorno alla settimana" sia "NON prendere l'auto.... è una bellissima iniziativa, quest'anno ancora più significativa, a cui partecipo con entusiasmo e ho diffuso anche sul mio blog (ho appena aggiunto anche il link a questo articolo) http://1129designorecchinigioielli.blogspot.com/2011/03/60-minuti-in-cui-giocare-non-usare.html

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).