Mostra sul Caravaggio:
la «Medusa» torna a casa

14 aprile 2011 
<p>Mostra sul Caravaggio:<br />
 la «Medusa» torna a casa</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Dovevano essere esposti tre capolavori, ma poi il piano è stato irrimediabilmente scombinato. La mostra «Gli occhi di Caravaggio», allestita al Museo Diocesano di Milano fino al 3 luglio con la produzione di Artemisia e la supervisione di Vittorio Sgarbi, ha perso due dei tre capolavori annunciati.

Uno, in realtà, non è mai arrivato: i fratelli della famiglia romana Doria Pamphili, proprietari de «Il riposo durante la fuga in Egitto», quadro scelto come immagine di copertina del catalogo della mostra, non erano d'accordo sul prestito.

Il dipinto la «Medusa», invece, che era già esposto nelle sale del Diocesano, è stato ora ritirato dal proprietario. Dopo aver dato il suo consenso all'esposizione del quadro, ha infatti cambiato idea e si è presentato al museo per staccare il quadro dalla parete e riportarlo a casa.

Alla mostra, dunque, invece che i tre cavolari annunciati è esposta solo la «Flagellazione», arrivata dal museo napoletano di Capodimonte.

La vicenda ha fatto infuriare l'irritabile Vittorio Sgarbi, che ha dichiarato di essersi attivato per trovare una nuova opera per non deludere le aspettative del pubblico. «Ho proposto al sindaco Letizia Moratti - ha concluso Sgarbi - di portare tutta la mostra a Palazzo Reale, perchè sarebbe la collocazione migliore, a perfetto complemento all'Arcimboldo».

 

>> Conosci LA STORIA DI MEDUSA? Scoprila qui

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).