Smalto rosa al bambino, critiche all'adv di J Crew

15 aprile 2011 
<p>Smalto rosa al bambino, critiche all'adv di J Crew</p>
PHOTO KIKA PRESS

Nell'ultima campagna advertising di J Crew - noto brand americano di abbigliamento - il direttore creativo Jenna Lyons viene ritratto mentre mette smalto rosa ai piedi del suo bimbo.
Diverse le critiche ricevute, una su tutte quella dell'autorevole psichiatra Keith Ablow - autore del New York Times e collaboratore per Fox News - sulla cui opinione però, si può aprire un dibattito.

L'immagine in questione fa parte della serie "Jenna's picks", le fotografie dei pezzi preferiti di Jenna Lyons, presentati in contesti di vita familiare, in cui a volte compare anche il figlio Beckett.
Pubblicizzando uno smalto, la scena ritratta vede Jenna applicare la vernice rosa neon sulle unghie del bambino, che ride divertito. Una scena spensierata (e cool) di vita quotidiana, in cui lei dice: «Fortunatamente mi è capitato un maschietto il cui colore preferito è il rosa. Lo smalto ai piedi è tanto più divertente se dato nella versione neon».
Il dottor Keith Ablow non ha gradito e si è espresso così sulla campagna: «Questo è un drammatico esempio del modo in cui la nostra cultura ci spinge ad abbandonare ogni forma d'identità e i bambini vengono omologati senza distinzione tra maschi e femmine».

Si sarebbe potuto discutere sul fatto di rendere protagonista un bimbo nella campagna di uno smalto, sia che si fosse trattato di un maschietto o di una femminuccia.
E si sarebbe potuto storcere il naso di fronte al tentativo - camuffato - di suscitare l'interesse del pubblico con una scena che esce un po' dal senso comune, giocando sempre sulla pelle di un bambino.
Ma la critica di Ablow è a sua volta fonte di altre domande: siamo sicuri che i nostri piccoli necessitino di preferire il blu piuttosto che il rosa per riconoscersi in un maschio o in una femmina? L'identità delle persone, soprattutto se in crescita, è ancora legata ad antichi stereotipi di genere come mettere lo smalto o gradire un determinato colore? Tu, come mamma, cosa ne pensi?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Caterpie 68 mesi fa

Questi "dottori" che parlano sono i famosi psichiatri che rifilano "medicinali" ai pazienti senza fregarsene delle conseguenze. Guarda un po' in america c'è un abuso di psicofarmaci e son tutti pazzi

Lellen. 68 mesi fa

Mah...io non sono mamma però si sa che i bambini piccoli formano la propria personalità a poco a poco e che per fare questo attraversano varie fasi. Probabilmente per quel bambino il rosa non è altro che un colore, per lui non rappresenta l'idea del femminile che invece gli adulti gli attribuiscono.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).