Maurizio Anzeri: arabeschi nei ricordi

30 aprile 2011 

Per Maurizio Anzeri (classe 1969, di Loano) presente e passato non seguono solo un fil rouge, ma anche vert, bleu e jaune. La sua ricerca parte dal basso, dai mercati delle pulci in cui acquista foto d'epoca, collezionando memorie altrui andate perse.

Ma nelle sue mani le immagini rivivono: vengono ricamate trame geometriche colorate su ogni volto, mai coprendolo totalmente, rendendo le immagini inquietanti, surreali, enigmatiche, vive in modo diverso. Un lavoro di minuziosa cucitura che enfatizza il viso, considerato dall'artista come "il paesaggio più interessante".

Nato a Loano, Maurizio Anzeri vive e lavora a Londra, dove è sostenuto da Saatchi gallery. Il suo prezioso lavoro è rappresentato, in Italia, dalla galleria romana Furini Arte Contemporanea. Il risultato dell'interesse per il rapporto tra intimità e mondo esterno, è delicato, enigmatica realtà mediata dall'artista.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).