La Notte Europea dei Musei

13 maggio 2011 
<p>La Notte Europea dei Musei</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sabato 14 maggio 2011, dovunque siate in Europa, tutti al museo. Mostre, musica, visite guidate e degustazioni, per una notte all'insegna della cultura e dello spettacolo
Mancano poche ore alla manifestazione La Notte Europea dei Musei, l'evento che - grazie al patrocinio dell'Unesco e del Consiglio d'Europa - apre gratuitamente al pubblico le porte di musei e aree archeologiche in orario notturno. Una manifestazione, questa, che vuole far conoscere alla gente il patrimonio artistico della propria terra, divertendo ed emozionando, con numerose e interessanti esibizioni.

Ecco allora qualche appuntamento internazionale della fitta agenda. A Londra, da non perdere l'apertura straordinaria del Royal Observatory di Greenwich, con il suggestivo planetario. A Parigi, invece, fare un salto alla Cineteca Francese, che ripercorre l'opera e la vita di Stanley Kubrick. Se siete a Varsavia, poi, da visitare il Museo della Caricatura, che prevede due mostre e la proiezione di un film d'animazione.

Per quanto riguarda l'Italia invece, che aderisce all'iniziativa per il terzo anno, la capitale romana prevede 80 spazi espositivi, tra cui i Musei Capitolini, Galleria Borghese, Palazzo Barberini, Palazzo delle Esposizioni, le Scuderie del Quirinale, Castel Sant'Angelo e la Galleria Nazionale d'Arte Moderna. In serbo, per cittadini e turisti, 98 mostre permanenti e temporanee e 100 eventi in programma, tra cui concerti, letture, performance di teatro, danza e molto ancora.

Ma il divertimento non manca anche nel resto della penisola. Al sud, si segnala infatti l'apertura straordinaria, dalle ore 18 alle ore 1, dei Musei di Catania, con le mostre sul mare e sulle memorie risorgimentali. Nei pressi di Salerno, poi, da far visita al Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano, per la mostra Il gioiello etrusco contemporaneo.

Al nord, invece, Monza apre la mostra Prima che il gallo canti, sulla tematica del rapporto uomo-ambiente, dagli anni Trenta agli anni Settanta.  A Verona, poi, da non perdere l'apertura del Museo del Risorgimento, dopo quarant'anni di chiusura, che espone per l'occasione, presso l'ex Arsenale austriaco, una selezione di preziosi oggetti.

Per chi desiderasse avere informazioni più dettagliate sul programma, consultare il sito della manifestazione o quello del Ministero dei Beni e Attività Culturali.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Verde profilo 67 mesi fa

Monza, Prima che il gallo canti, la mostra è bellissima. Complimenti a montrasio arte x l'innovazione cultirale nella piccola cittadina brianzola!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).