Sai che c'è? C'è che stavolta ne abbiamo avuto abbastanza

16 maggio 2011 
<p>Sai che c'è? C'è che stavolta ne abbiamo avuto abbastanza</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

Suona all'incirca così la constatazione che si legge sul sito diSlutWalk, punto di riferimento delle "donnacce" (slut) che stanno marciando per le strade di mezzo mondo (s)vestite ognuna un po' come le pare e con in testa - e sulle labbra - un pensiero ben chiaro: io mi vesto come voglio e nessun uomo può pensare di mettermi le mani addosso solo perché ritiene che io sia vestita da puttana.

Tutto è nato a Toronto, dove in un corso di prevenzione delle aggressioni un ufficiale della polizia ha avuto l'infelice idea di dire alle studentesse della York University di non vestirsi in modo provocante per evitare di essere stuprate. Praticamente la versione riveduta e corretta del sempreverde "altrimenti ve la andate a cercare".

Alcune studentesse, questa volta, non si sono però limitate a liquidare il poliziotto come un idiota reazionario, ma hanno deciso - appunto - di averne abbastanza. E hanno chiamato a raccolta altre donne via web, attraverso Facebook e Twitter, per scendere in strada: poco vestite e per niente disposte a farsi aggredire solo per questo.

Detto fatto, la SlutWalking ha subito superato i confini canadesi, è dilagata negli Usa e sta arrivando anche in Europa: il 4 giugno ad Amsterdam e l'11 a Londra.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).