Curiosity Shoppe: storia di un'amicizia
e di un'idea vincente

24 maggio 2011 

Bruno Munari ha detto che non dovrebbe esistere «un'arte staccata dalla vita: cose belle da guardare, cose brutte da usare». Deve essere qualcosa di simile che pensavano  Lauren Smith e Derek Fagerstrom quando, nel 2007, hanno lasciato New York per trasferirsi a San Francisco - e aprire insieme Curiosity Shoppe in Valencia Street.

Si conoscevano da quando avevano diciotto anni, lui lasciava un lavoro come editore e lei un posto da Todd Oldham (il designer) per cominciare una collezione di cose, «per la semplice ragione che siamo ossessionati dalle cose belle», assicurandosi di trovare uno spazio che non fosse solo un negozio ma anche una galleria.

Dopo quattro anni e un figlio appena nato visitando il sito di Curiosity Shoppe capite subito che quando si augurano che vi «imbarchiate un un'avventura creativa tutta vostra» non scherzano. Non solo gestiscono lo spazio in Valencia Street, hanno un blog che si chiama Smarts & Crafts dove pubblicano le loro ispirazioni, gli oggetti fatti a mano, le ultime novità, non solo sono direttori creativi di una rivista: Pop-Magazine; impiegano il loro tempo per scegliere con pazienza e arguzia una serie di oggetti che creano dipendenza.

Perché? Perché dopo aver visto un cappotto fatto all'uncinetto per la mela, con un bottone di madreperla (rosa ovviamente), oppure dopo aver visto una lettera di stoffa, che non si scrive ma si cuce - avrete come l'impressione di non poter fare a meno di oggetti che una volta avreste bollato senza esitazione come 'assolutamente inutili'.

Su Curiosity Shoppe trovate oggetti per il salotto, perché se «la cosa piu interessante che ci tenete è la tv, allora non state vivendo», per la vostra cucina perché ciò di cui la riempite non sia solo 'funzionale' ma possa fungere da ispirazione, e per tutte le altre stanze per altrettanti buoni motivi.

Lauren & Derek promuovono anche il lavoro di amici artisti e designer: in vendita potete trovare un kit disegnato apposta per il loro store da Jessica Polka, per cucire a mano cinque cavallucci marini. Nella galleria online sono esposti i disegni fatti a mano di Jason Polam, un altro artista - conosciuto a New York tanti anni fa mentre "vendeva arte per strada" - di cui si sono ricordati e sono diventati amici.

Curiosity Shoppe ha anche una sezione library, che naturalmente non vende ebook: «Questo non e' Amazon.com. Quello che trovate qui è una selezione fatta con cura ed estremamente soggettiva dei nostri libri preferiti di tutto il mondo. Noi li amiamo e speriamo anche voi».

Tutto quello che trovate su questo sito e' stato scelto con cura, ordinato e fotografato con attenzione, sistemato nella sezione Craft Room per chi vuole costruire un origami impossibile di domenica pomeriggio, o nella sezione ufficio per chi ha solo bisogno di qualche motivo in più per sorridere il lunedì mattina.

Lauren & Derek si stanno cercando un metodo di spedizione oltreoceano che non costi  troppo per loro e per noi, nel frattempo se mandate una mail a info@curiosityshoppeonline.com vi risponderanno personalmente - così le vostre mele non avranno più freddo d'inverno.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).