ICloud: e adesso cos'è 'sta nuvola?

07 giugno 2011 
<p>ICloud: e adesso cos'è 'sta nuvola?</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Ci risiamo. Neanche il tempo di decidere cosa fare dell'iPad avendo già un iPhone e la Apple (ma non solo) ne ha tirata fuori un'altra dal cappello. Da ieri sera non si parla d'altro: Steve Jobs ha presentato iCloud. "E' la nuvola", afferma orgogliosamente chi spiega ai profani la novità del giorno. Di termini meno concreti ed effimeri di nuvola ne esistono pochi. Quindi, che succede?

Calma, in realtà pensandoci bene non è poi questa gran rivoluzione. Quante di voi vanno a spulciare nella posta elettronica quando non trovano un documento o un indirizzo? O quando hanno dimenticato l'orario di un visita confermata proprio via mail? E quante sono contente di poterlo fare da qualsiasi computer senza dover tornare a casa per guardare sul proprio? Il concetto di cloud è lo stesso. Foto, musica, video e documenti non saranno più archiviati sul pc, ma accessibili connettendosi a Internet. Se compro, da iTunes ovviamente trattandosi di Apple, l'ultimo singolo di Lady Gaga posso quindi ascoltarlo dall'iPhone, dall'iPad, dal computer di casa e da quello dell'ufficio senza doverlo trasferire con i fastidiosi cavetti. Un bel passo avanti, soprattutto se si pensa a un futuro in cui, essendo tutto sulla nuvola, non ci si dovrà portare in giro il computer portatile per poter pescare fra i propri dati ma basterà collegarsi da una postazione qualsiasi.

La nuvola di Apple è gratis, particolare non irrilevante, e arriva in autunno. Esistono già quella di Google e di Amazon. Tempo e modo per abituarsi alla novità e capire meglio di cosa si tratta ce ne sarà, per ora si può continuare a fare pratica con la mail e trascorrere il resto della giornata nell'orgogliosa consapevolezza di aver già testato questo fantomatico iCloud.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
martinapennisi 66 mesi fa

@fabio: iCloud è grautito. Come hai correttamente segnalato, i 25 euro sono realtivi a iTunes e alla sincronizzazione dei brani.

Fabio 66 mesi fa

La nuvola di Apple comunque non sarà proprio gratis. Poter sincronizzare la propria libreria avrà un costo di 25 dollari

Fabio 66 mesi fa

Ovviamente vale anche per la musica :)

Fabio 66 mesi fa

Se vuoi toccare con mano prova Dropbox. Installi il piccolo programmino nei pc che vuoi sincronizzare (anche iphone e android) e tutto ciò che metterai dentro, si sincronizzerà automaticamente con tutti gli apparecchi dove è installato.

giovanna 66 mesi fa

Grazie, l'articolo è chiaro e comprensibile! Finalmente ho capito cos'è questa benedetta nuvola, di cui tutti parlano...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).