Bugie e verità alla Milanesiana

07 giugno 2011 
<p>Bugie e verità alla Milanesiana</p>

Saper mentire è un'arte? Esistono bugie necessarie? Scrittori, musicisti, registi e filosofi ne parlano a Milano: Bugie e verità è infatti il tema della dodicesima edizione de La Milanesiana, festival di letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia (e da quest'anno anche videogiochi) ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi che si svolge dal 26 giugno al 12 luglio in diversi luoghi del capoluogo lombardo (con un' "incursione" torinese, programma completo su Lamilanesiana.it).

Cinque Premi Nobel (tra cui Herta Müller e John Coetzee), il premio Pulitzer Michael Cunningham, i premi Strega Umberto Eco, Sandro Veronesi e Antonio Pennacchi, maestri del cinema (come Ettore Scola, Giuseppe Tornatore, Mario Martone) e cantautori del calibro di Franco Battiato, Alice, Elio, Morgan, Andy, Shel Shapiro, Arisa, Tricarico, insieme ad attori come Sonia Bergamasco, Francesco Gifuni e Filippo Timi dialogheranno tra loro in incontri aperti al pubblico che mescolano reading letterari, concerti, dibattiti filosofici, maratone cinematografiche in notturna e molto altro ancora.

Elisabetta Sgarbi, meglio la bugia o la verità? «La verità - afferma convinta - è sempre meglio di ogni altra cosa».

Il tema del festival è molto attuale. «Noi parliamo di letteratura - continua - ma la letteratura è vita. In questo momento bugie e verità si confondono eppure le parole sono come le persone, hanno una loro dignità e una loro essenza: non si può far finta di niente dopo averle pronunciate».


Quasi 40 incontri, con 140 ospiti italiani e stranieri: qual è l'appuntamento da non perdere? «Se proprio dovessi sceglierne uno direi quello di mercoledì 6 luglio tra Claudio Magris, che terrà una lettura inedita sul valore della letteratura al di là di ogni finzione, ed Herta Müller, donna schiva e riservata che di rado partecipa ai festival. Al termine delle loro letture, il concerto di Franco Battiato».

Anche quest'anno il simbolo del festival è una rosa. «Una rosa rossa con un'ombra nera. Perché dietro ogni verità c'è una bugia…»

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).