Tetti in erba e interruttori fioriti

09 giugno 2011 
<p>Tetti in erba e interruttori fioriti</p>

Altro che orto sul balcone! La tendenza più nuova e più green - letteralmente! - è di coltivare un prato direttamente sopra il tetto di casa. Classica immagine da cartolina dal Nord Europa (basta pensare alle case delle Isole Faroe, per esempio), i verdi tappeti sulla nostra testa stanno rivelando caratteristiche interessanti per la bio edilizia e per chi è attento all'ambiente, e  la tecnologia nata in Germania oltre 30 anni fa si sta sviluppando in tutta Europa.

Le loro prestazioni, in effetti, sembrano migliori rispetto a quelle di un tetto normale; il tetto in erba assorbe infatti fino al 30% delle piogge (che altrimenti finiscono nei canali di scarico), ha un basso impatto ambientale perché inquina poco e riduce il riscaldamento globale, assorbe raggi nocivi del sole e biossido di carbonio ed è un habitat naturale per gli uccelli. Ed è, in tutta onestà, molto più gradevole di certi tetti che ci tocca sopportare in città.

Il tocco in più? Mettere interruttori fioriti nelle stanze, come il Growth Plate studiato da Andrew Harmon alla scuola di arte e design dell'Università del Michigan. Toccarle e prendersene cura diventa un piacere, spegnere la luce prima di uscire da una stanza anche. E il pianeta ringrazia.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).