Segni particolari: strano

13 giugno 2011 
<p>Segni particolari: strano</p>

Della serie: "famolo strano" a tutti i costi. Per forza, nel fantastico mondo delle fashion blogger si sa, l'importante non è partecipare (alla semplice condivisione di contenuti sul web), ma vincere click e guadagnarsi commenti, spesso assolutamente non spontanei, ma spudoratamente richiesti dalle stesse blogger. Per accaparrarsi cotanta attenzione è necessario andare alla ricerca della notizia più curiosa o semplicemente mostrare, tramite foto, di essere diverse da tutte le altre, nel bene e nel male.

Ecco un tris di persone, animali e cose strane, avvistate surfando tra le onde dei blog, modaioli e non.

- Persone/animali: ho deciso che in casa voglio, invece che due bajour sul comodino, le sorelle Beckerman. In uno dei loro ultimi post hanno dato il meglio di loro, per questo le venero profondamente: le inseparabili sorelle/gemelle/amiche hanno deciso di celebrare il giorno dell'amicizia, indossando non solo due uguali braccialetti dell'amicizia, ma anche un paio di cani identici con abitini identici (non penso sia una magia di Photoshop) e con in mano dei palloncini della Disney. Vincono due scettri: uno di "cocchine della settimana" (espressione toscana, penso si intuisca il senso) e un altro di "cartoni animati del mese" (perché le sorelle Beckerman non sono cartoni animati? Anche il nome si presta).

- Cose: non pensavo che un animale come la tigre potesse essere onnipresente. C'è l'Uomo Tigre per gli amanti dei cartoni animati (e quindi anche delle sorelle Beckerman), ci sono i top tigrati di Roberto Cavalli, dedicati alle appassionate della moda estrema, c'è la zanzara tigre e c'è anche la Tiger Bike.

Quando ho cliccato sul post del blog A Modern Girl (moderna davvero) ho scoperto che anche le biciclette possono avere un guardaroba e che anche per loro esiste un Carnevale. La cosa più geniale è la riproduzione fedele della coda dell'animale. Tutto ciò forse si potrebbe racchiudere in uno di quei concetti incomprensibili di cui spesso fanno uso i grandi stilisti, ovvero "Urban Jungle style".

- Ancora cose: e io che mi lamento dei sacchetti dell'Esselunga che oltre ad avere ben poco di fashion, si decompongono completamente dopo uno spruzzo di pioggia. Sul blog/sito Invasionista ho scovato invece delle shopper talmente geniali e sconvolgenti che sono uscita di casa con gli stivali bassi.

Ogni busta ha delle grafiche e dei disegni diversi che creano dei divertenti giochi ottici soprattutto all'altezza del manico. Vi prego, andate a vedere. Così invece che impugnare una busta sembra di tenere in mano un frustino sadomaso, un tizio per i capelli, un peso della palestra o addirittura di impiccare qualcuno.

Poi per forza va "fatto strano"...

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
anita 68 mesi fa

Come al solito sei la migliore brava Lucy

anita 68 mesi fa

Brava Lucy

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).