Sacralità in scena, tra religione e arte

15 giugno 2011 

Sacralità religiosa (ed esasperata) da vedere attraverso una mostra fotografica e sacra distanza artistica da abbattere (almeno per una volta) attraverso una performance teatrale: ecco, sono questi i due filoni di "Credo", il doppio evento promosso da First Floor Under, casa editrice digitale e spazio eventi del Gruppo TBWA\Italia. L'appuntamento è per il 16 giugno a Milano, in via Leto Pomponio 3/5.

In mostra le gli scatti di Sara Fileti, ai quali ha collaborato anche Lorenzo Zavatta. Tutti ritratti di donne i cui volti esprimono in maniera palpabile l'abnegazione e l'inquietudine, ma anche l'estasi, derivanti da un credo religioso - un qualsiasi credo - esasperato. E per questo fonte di deviazione, rimorso, castigo o penitenza.

La performance teatrale, invece, ideata da Lorenzo Zavatta insieme al "Collettivo Mulier", vuole rappresentare un modo per rompere la sacralità dell'arte, intesa come distanza invalicabile che la separa dal pubblico. In sostanza, per i presenti allo spettacolo, è prevista la possibilità di entrare in scena ricevendo (e manipolando) oggetti artistici offerti dalle mani degli stessi attori.

Cosa: "Credo", One Night Show Event
Quando: 16 giugno, dalle ore 19:30 alle 24.00
Dove: via Leto Pomponio 3/5, Milano

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).