W il barbecue

19 luglio 2011 
<p>W il barbecue</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Le cene placé da tre portate non fanno più gola a nessuno: meglio passare le serate facendo un barbecue o, se il tempo non lo permette, cenando in maniera assolutamente informale con gli amici.

Insomma, l'idea di sedersi a tavola per un pranzo pomposo (e noioso) attira poco. Anzi, pochissimo: giusto il 2% dei 2mila inglesi che hanno preso parte al sondaggio condotto dalla linea di dessert "Carte D'Or", mentre la maggioranza opta per una soluzione informale (il 30%) o per una grigliata in compagnia (il 23%).

E quasi del tutto scomparsi sono anche i tradizionali pranzi in famiglia, visto che quasi il 40% preferisce mangiare davanti alla tv, meglio se da solo. Una "voglia di informalità" che sembra condizionare anche la stessa preparazione del cibo, con il 21% del campione che ha rivelato di passare meno di un quarto d'ora ai fornelli e uno su due che ha ammesso di spacciare per "fatto in casa" il dessert comprato, invece, in negozio, mentre l'altro lato della medaglia culinaria racconta di una ritrovata capacità di preparare manicaretti per gli ospiti, con oltre un terzo che sostiene di cucinare per gli amici almeno due volte al mese e la metà che dice di fare tutto da solo, dall'antipasto al dolce.

Ma la mancanza di fronzoli in cucina si riflette anche nella scelta degli accessori e laddove una volta si mettevano a tavola tovaglioli magari ricamati ma comunque di stoffa, oggi solo il 15% li usa più, mentre il 76% adotta quelli di carta o gli ancora più convenienti (e indubbiamente più comodi) rotoli da cucina.

E se gli inglesi si fanno prendere per la gola dal barbecue, gli italiani non sono certo da meno: non a caso, proprio noi abbiamo inventato il campionato del mondo della grigliata. Si chiama Griglie Roventi e da sei anni richiama esperti ed appassionati di barbecue di tutto il mondo, divisi in 130 coppie. La finale del 2011 sarà a Caorle il 28 luglio ed è già annunciato il tutto esaurito.

L'anno scorso, un'indagine condotta dall'SWG di Trieste proprio per "Griglie Roventi" aveva evidenziato come il barbecue fosse "una cosa da uomini", visto che il 54% degli 800 intervistati li ritiene più bravi davanti alla griglia e il 55% sceglierebbe uno chef uomo. Abilità a parte, per il 36% la grigliata è comunque sinonimo di compagnia, per il 23% di divertimento e per il 14% di estate ed è preferita alla pizzeria e alla cena tradizionale in casa. Esattamente come avviene Oltremanica.

Ma la grigliata in compagnia è una moda anche nel calcio: chiedere ai giocatori argentini dell'Inter o a quelli della Lazio che, ogni anno, a fine stagione, organizzano un barbecue per tutta la squadra. E per chi vuole scoprire tutti ma proprio tutti i segreti del barbecue, il sito giusto è BBQ4All, dove ci trovate anche le dritte per cuocere la picanha e i sette condimenti giusti per una grigliata da leccarsi le dita.

>> GLI ACCESSORI GIUSTI PER BARBECUE E PRANZI IN GIARDINO

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Grazie mille per la segnalazione e complimenti per i consigli puntuali che fornite ai vostri lettori. Gianfranco Lo Cascio BBQ4All CEO/Founder

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).