Cani abbandonati, un sms per salvarli

20 luglio 2011 
<p>Cani abbandonati, un sms per salvarli</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Se siete in viaggio e all'improvviso vedete un cane abbandonato che vaga impaurito (eventualità purtroppo assai frequente sulle nostre strade), fermatevi alla prima area di sosta (o date il cellulare a qualche compagno di viaggio per fare ancora prima) e mandate un sms al numero 334.1051030, specificando quanti più dettagli possibili: ovvero località, ora di avvistamento, razza e direzione di marcia. Immediatamente, un team anti-abbandono interverrà per cercare di recuperare l'animale.

L'iniziativa, nota con lo slogan Io l'ho visto, è stata promossa da Prontofido e dall'Associazione Italiana per la Difesa di Animali e Ambiente (Aidaa), in collaborazione con Radio 105, Radio Montecarlo, Virgin Radio e la web radio Bau & Co, e prenderà il via da sabato 23 luglio, per concludersi il 4 settembre prossimo. Formate da 4 volontari, tutti con pettorina catarifrangente e cappellino giallo con il logo Io l'ho visto, le squadre di recupero si alterneranno in due turni, pattugliando con oltre un centinaio di auto strade ed autostrade italiane dalle 7 del mattino alle 10 di sera, mentre in città come Milano, Roma e Torino si aggiungeranno anche le moto, per rendere più agevoli ed immediate le spedizioni di salvataggio.

Non solo. Chi possiede un iPhone o un iPad può scaricare gratuitamente l'applicazione Io l'ho visto e, grazie al segnale GPS, sarà possibile identificare esattamente il punto della segnalazione.

Lo scorso anno il progetto Io l'ho visto aveva permesso di salvare da morte certa 613 cani, mentre 167 che erano fuggiti (e quindi non erano stati abbandonati) erano stati restituiti ai legittimi proprietari grazie ai dati del microchip.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).