Mariella e Silvia, donne al volante per beneficenza

07 ottobre 2011 
<p>Mariella e Silvia, donne al volante per beneficenza</p>

Ci sono quelle che ferme proprio non sanno stare. Che le vedi subito, si muovono di continuo, si spostano, traslocano, hanno passioni semoventi, vivono all'insegna del todo cambia. Soprattutto, sono curiose. Curiosissime. Sempre con lo sguardo oltre l'orizzonte, ché di là chissà cosa c'è.

Tanto vale monetizzarla, questa spinta verso l'infinito e oltre: e così hanno fatto Mariella Carimini, organizzatrice di eventi e maratoneta, e Silvia Gottardi, campionessa di basket nella Nazionale italiana. Che si sono inventate Transafrica, un viaggio lungo la costa orientale del continente africano, in due al volante di un'auto rosa messa a disposizione dalla Gazzetta dello Sport (unico caso in cui l'accostamento rosa-donne non ci urta i nervi) allo scopo di raccogliere fondi per il Cesvi [http://www.cesvi.org/].  Destinazione finale, la Casa del Sorriso [http://www.cesvi.org/?pagina=pagina_generica.php&id=917] della township Philippi, Cape Town, in Sudafrica.

Nessuna idea fissa, nessuna tappa obbligata, solo un itinerario abbozzato alla partenza e la voglia di scoprire quello che incontrano per strada. Un diario di bordo tenuto giorno dopo giorno, con la cronaca delle impressioni, dei contrattempi, delle impazienze e delle scoperte. Sempre con gli occhi sull'obiettivo finale, raccogliere fondi: obiettivo già centrato, dato che le donazioni hanno superato i 20.000 euro.

Venerdì 7 ottobre Mariella e Silvia festeggeranno il loro ritorno con una serata alla Triennale Bovisa di Milano, con inizio alle 20. Le foto del viaggio saranno in mostra e acquistabili: un'occasione per esserci, brindare alla loro avventura e contribuire alla loro missione. E vederle ballare la Waka Waka, come hanno promesso di fare.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).