Cous Cous Fest

14 settembre 2010 
<p>Cous Cous Fest</p>

E' l'Italia la vincitrice della scorsa edizione e sarà lei a difendere lo scettro al Cous Cous Fest, dal 21 al 26 settembre, confrontandosi con altri otto paesi che si affronteranno proponendo il cous cous cucinato secondo la propria tradizione gastronomica.

Dall'Algeria alla Palestina, dalla Costa d'Avorio alla Francia, a San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani, sarà proprio il saporito piatto a base di semola il trait d'union tra differenti culture, un simbolo di apertura e di integrazione tra mondi lontani e diversi.

In questa edizione il critico gastronomico Edoardo Raspelli sarà, per la seconda volta, alla guida della giuria tecnica, affiancato dalla conduttrice di Linea Blu, Donatella Bianchi e dalla giornalista del Gambero Rosso, Laura Ravaioli, esperta di food.

Gli chef in gara si affronteranno in "sfide" ad eliminazione diretta durante le quali, al voto della giuria tecnica, si sommerà quello dei visitatori del festival che esprimeranno il proprio voto con palette numerate.

Inoltre, al villaggio gastronomico, dalle 12 alle 24, nelle tradizionali "Case del cous cous" sarà possibile assaggiarlo nelle differenti interpretazioni. Acquistando un ticket del costo di 10 euro i visitatori potranno scegliere tra le tantissime varianti del piatto, accompagnate da un bicchiere di vino siciliano e da un dolce a scelta nell'area "Dolcemente Sicilia".

Se siete appassionati di mercati etnici, l'Expo Village farà al caso vostro, dove potrete respirare dalle 17 alle 24, l'esotica atmosfera dei "suq", alla scoperta dell'artigianato e dei manufatti tipici dei paesi in gara.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).