Arriva il Minibar self-service

17 settembre 2010 
<p>Arriva il Minibar self-service</p>

Niente più code al bancone né esibizioni da circensi per ottenere l'attenzione di un cameriere super indaffarato (o peggio, del tutto indifferente). Nel Minibar inaugurato da poco ad Amsterdam si fa tutto da sé.

L'idea è venuta a tre amici architetti dello studio Concrete Architectural Assosiates che hanno trasformato una vecchia fabbrica di cotone Anni Sessanta in un design bar dove l'unica persona di servizio è alla reception.

Si entra, si riceve una chiave personale e ci si serve in uno dei 45 minibar: dedicati allo champagne, alle birre, alle bibite o alle bevande tradizionali che, se siete amanti di cocktail o intrugli vari, potrete anche tranquillamente mescolare. Se poi vi viene fame, di salatini, piccoli piatti di curry o sushi, niente paura: ci sono minibar dedicati anche agli improvvisi attacchi di fame.

Al momento dei saluti si riconsegna la chiave e si salda il conto. Che non sarà una (brutta) sorpresa, perché già durante i rifornimenti "in proprio" potrete leggere chiaramente quanto costano i drink che vi state servendo. Tutto chiaro? Allora prosit!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).