Weekend a Guastalla, alla ricerca
dei sapori perduti!

22 settembre 2010 
<p>Weekend a Guastalla, alla ricerca<br />
 dei sapori perduti!</p>

Guastalla è una città fortificata di origini medioevali, non poteva quindi esserci cornice migliore per ospitare una disfida tra Modena e Reggio Emilia, una battaglia… all'ultimo tortello.

L'ultimo fine settimana di settembre, sabato 25 e domenica 26, nell'ambito della manifestazione Piante ed Animali Perduti, sarà possibile degustare prodotti tradizionali e tipici a "rischio di estinzione", come il formaggio della vacca rossa reggiana e quello della bianca modenese, il lardo di cinta senese, il culatello della mora romagnola e quello di Zibello, la cipolla borettana e l'aglio di Voghiera, la farina di mais Marano e il lambrusco di uva Fogarina.

La manifestazione assumerà i caratteri di una vera e propria sfida quando si confronteranno mostarde e marmellate dei territori, competizione aperta al pubblico che potrà partecipare con il proprio "vasetto" e entrerà nel vivo quando sul terreno si affronteranno tortelli e aceti balsamici. Questi ultimi sono veramente due simboli della cucina tradizionale e se per gli aceti tradizionali la "ricetta" è praticamente segreta, i tortelli si sfideranno a colpi di ripieno, con gli amaretti, con la zucca, con la ricotta, erbette e spinaci ed altro ancora.

Insomma una suggestiva cittadina che dedica le proprie piazze ad un'occasione golosa per godersi piatti nuovi o per ritrovare i veri sapori di una volta.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).