Vegano, vegetariano o onnivoro?

27 ottobre 2010 
<p>Vegano, vegetariano o onnivoro?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Dopo anni di astinenza dalle proteine di origine animale, Simon Fairlie, capo redattore della rivista inglese The Ecologist, ha sposato la tesi di chi sostiene che il consumo moderato di carne non crea un impatto dannoso sul pianeta e che l'allevamento possa fare parte di un ecosistema equilibrato.

Il voltafaccia o la conversione di un individuo che fino a poco tempo fa era convinto vegetariano farà sicuramente discutere e la diatriba andrà sicuramente per le lunghe.

Di fatto, sono tanti i rapporti e gli studi che si contraddicono, così come le opinioni che si rincorrono: da un lato c'è chi, come la FAO, sostiene che la produzione di carne è parzialmente responsabile del riscaldamento del pianeta, dall'altra riviste autorevoli come New Scientist che afferma che abolire la carne rappresenterebbe una danno per l'umanità intera. E questo senza contare tutte le analisi sui costi di produzione, di trasporto e conservazione delle carni, sulle tipologie di allevamento e sulle specie animali da scegliere o sulla dipendenza di molte popolazioni dall'allevamento animale, per non parlare delle considerazioni di tipo etico… insomma un'infinita disputa.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).