Dalla carta dei vini al piatto

17 febbraio 2011 
<p>Dalla carta dei vini al piatto</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Vuoi organizzare una serata con amici appassionati enologi a cui piace disquisire lungamente dei colori e dei bouquet dei vini? Allora concentrati maggiormente sulla scelta di questi ultimi e adatta il menu alle etichette!

Le bollicine iniziali sono un must. Piccole, numerose e persistenti, come in questo Chardonnay trentino che ha ben poco da invidiare alle famose bottiglie d'Oltralpe e che puoi abbinare a calde frittelline di cozze.

Servi, a seguire, sformatini di ricotta, porri e pancetta ed apri il primo vino fermo della serata. Una Vernaccia toscanache si adatta perfettamente anche ad un primo piatto come gli gnocchi freschi alla ricotta e spinaci.

Passa ad un rosso piemontese di struttura, il Roero per valorizzare un arrosto con castagne glassate, accompagnato da patate duchesse.

Con un Amarone della Valpolicella, naturalmente  aperto per tempo ed opportunamente ossigenato, proponi il carrello dei formaggi, non dimenticando quelli più saporiti e stagionati.

Con il dolce, un clafoutis di pere con amaretti e cacao, stappa un Marsala semisecco, adatto anche alla finale meditazione.

Se preferisci cercare altre etichette, visita la nostra Cantina ed abbina i vini ad altre ricette!

 

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).